martedì 17 settembre - Aggiornato alle 20:40

Università, dal primo turno escono tre nomi forti per l’ermellino. Già partito il Risiko delle alleanze

Tra una settimana battaglia all’ultimo voto per ballottaggio. Equilibri possono cambiare. La giornata

Un elettore pronto a infilare la scheda nell'urna (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

Uno in fuga, una coppia a inseguire, un’altra con un po’ più di distacco e tre decisamente più attardati. Il primo turno delle elezioni per il nuovo rettore dell’Università di Perugia è servito, essenzialmente, per scremare il gruppone di otto candidati, pesarli e lasciare sul tavolo tre nomi forti: quelli di Maurizio Oliviero, Fausto Elisei e Franco Cotana. Lo scrutinio in aula magna, iniziato 45 minuti dopo la chiusura dei seggi per delle verifiche sui nomi di una delle due urne che conteneva i voti di prof e studenti, è terminato poco dopo le 23 e ha consegnato questi risultati: Oliviero guida il gruppo con 277,4 voti, seguito da Elisei con 199,7, Cotana con 180,4, Mazzeschi con 125,5, Figorilli con 113,8, Tei con 96,6, Santambrogio con 77,7 e Stanghellini con 71,1. In termini percentuali (per vincere al primo turno, come al secondo, serve il 50% più uno dei voti) Cotana 15%, Elisei 17%, Figorilli 10%, Mazzeschi 11%, Oliviero 24%, Santambrogio 7%, Stanghellini 6%
e Tei 8%.

LA DIRETTA DELLO SPOGLIO: TUTTI I NUMERI

I numeri Dei 2.277 aventi diritto quelli che hanno votato sono stati 1.937, con un’affluenza del 91,7% tra prof e studenti e del 78% tra il personale tecnico, il cui voto conta però un decimo di quello delle prime due categorie (6,7 il peso delle schede bianche e 11,3 di quelle nulle). L’affermazione di Oliviero in questa prima tornata è trasversale: come sei anni fa, il docente di Diritto pubblico comparato si conferma il più votato dal personale tecnico; dato al quale stavolta si affianca la vittoria anche tra prof e studenti. Da tutte e quattro le urne il nome uscito con più preferenze dunque è quello di Oliviero, che sei anni fa al primo turno si piazzò secondo a un’incollatura da Elisei e davanti a Moriconi, poi eletto rettore al ballottaggio.

FOTOGALLERY: IL VOTO IN AULA MAGNA

I risultati Le urne con le schede del personale tecnico hanno consegnato un quadro parzialmente differente da quello che sarà poi il risultato finale: dietro a Oliviero (18,4 voti), si è piazzato Francesco Tei (12,64), direttore del Dipartimento Agraria in cui lavora un numero molto alto di membri del personale tecnico (i più piccoli sono invece Scienze politiche e Giurisprudenza); la corsa di Tei, però, si è fermata appena aperte le urne con le schede di prof e studenti. Dietro di loro Claudia Mazzeschi (9,55), data da molti come la candidata del rettore uscente e autrice di una performance in questo settore che ha sorpreso più d’uno. Cotana ed Elisei, invece, hanno conquistato rispettivamente 8,46 e 7,73 voti. Il risultato finale andrà delineandosi nel corso del lungo spoglio quando saranno scrutinati i voti di docenti e studenti, in base ai quali è ora il terzetto Oliviero-Cotana-Elisei quello più gettonato per l’ermellino.

OLTRE UN TERZO DEI VOTI A MEDICINA E INGEGNERIA

Meglio terzi Insomma, alla fine in testa ci sono le figure considerate più forti alla vigilia (quelle di Oliviero ed Elisei), insieme a quel Cotana dato in ascesa nell’ultimo periodo. E ora che succede? Già prima delle chiusura delle urne, quando il quadro era già chiaro, è partito il grande Risiko delle alleanze e delle trattative in vista del secondo turno del 16 maggio, con chiamate ai candidati e ai loro grandi elettori. A questo punto bisognerà capire se qualcuno, come probabile, si ritirerà dalla corsa (decidendo così di investire il proprio pacchetto di preferenze) e come si comporterà il trio di testa in vista di un secondo turno che si annuncia come una battaglia all’ultimo voto: solo i due con più preferenze infatti andranno al ballottaggio in una corsa, quella per il nuovo rettore, dove arrivare secondi non conta nulla perché è il vincitore a prendersi tutto, e quindi tutto sommato è meglio essere terzi per giocare le proprie carte. Sottotraccia scorrono e scorreranno nei prossimi giorni i fiumi carsici delle manovre e delle cordate per conquistare voti e posti; e non va dimenticato che gli equilibri tra primo e secondo turno, come insegna il 2013, possono anche cambiare.

URNE 1 E 2 (PROFESSORI E STUDENTI)

Cotana 172
Elisei 192
Figorilli 105
Mazzeschi 116
Oliviero 259
Santambrogio 73
Stanghellini 66
Tei 84

URNE 3 E 4 (PERSONALE TECNICO)

Cotana 8,46
Elisei 7,73
Figorilli 8,82
Mazzeschi 9,55
Oliviero 18,47
Santambrogio 4,73
Stanghellini 5,18
Tei 12,64

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.