lunedì 21 ottobre - Aggiornato alle 06:53

Università, corsa al rettorato: il prorettore Figorilli si dimette e scende in pista

A comunicarlo è il docente stesso con una lettera inviata all’Ateneo lunedì: «Mi candido alle prossime elezioni»

Fabrizio Figorilli

di Daniele Bovi

L’Università di Perugia ha il primo candidato ufficiale alla corsa per il rettorato, e per chi ha seguito da vicino i movimenti dentro l’Ateneo negli ultimi mesi, non è esattamente un fulmine a ciel sereno. Con una lettera datata lunedì il prorettore Fabrizio Figorilli ha deciso di scendere in pista per provare a diventare il nuovo Magnifico dello Studium. «Carissimi – scrive rivolgendosi a docenti, studenti e personale tecnico – ho appena rassegnato le dimissioni al Magnifico rettore dalla carica di prorettore vicario. Questa mia decisione nasce dall’intento di partecipare alle elezioni che si terranno nel prossimo anno per individuare il successore del professor Franco Moriconi».

La lettera Figorilli motiva le dimissioni parlando di «una scelta che ritengo doverosa per due ordini di considerazioni. In primo luogo, sarebbe poco opportuno iniziare questo percorso in una implicita condizione di disparità nei confronti degli altri candidati; allo stesso tempo, il mantenimento dell’incarico fin qui svolto risulterebbe poco rispettoso della necessità per il rettore di agire libero dagli inevitabili equivoci che discenderebbero dalla partecipazione alla competizione elettorale del prorettore vicario in carica, nonostante di tratti di una scelta assolutamente autonoma».

Nel corso della giornata il servizio completo

I commenti sono chiusi.