mercoledì 28 ottobre - Aggiornato alle 09:32

Un viaggio di novemila chilometri per curare la tiroide dal prof De Feo: Tathiane è partita dal Brasile

La paziente: «A San Paolo mi hanno suggerito di venire a Perugia»

Il professor De Feo e la sua paziente

Tathiane, una giovane di San Paolo del Brasile, è stata sottoposta presso il centro Bios di Terni a trattamento di riduzione di un nodulo tiroideo di 4,5 cm mediante termoablazione laser da parte del professor Pierpaolo De Feo e del dottor Giovanni Gambelunghe. «Volevo a tutti i costi evitare l’intervento chirurgico di asportazione della mia tiroide che mi era stato consigliato nel mio paese» sono le parole di Tathiane comunicate dallo studio Tiroide. «Alla clinica Albert Einstein di San Paolo mi hanno suggerito di venire in Italia dall’equipe del Professor De Feo che ha, da più di dieci anni, esperienza con questa innovativa tecnica mini-invasiva di trattamento dei noduli tiroidei». «La riduzione dei voluminosi noduli tiroidei benigni con il laser rappresenta una vantaggiosa alternativa alla chirurgia tradizionale perché evita anestesia, cicatrice chirurgica e trattamento farmacologico con una procedura ambulatoriale» dichiara il professor De Feo. Per questo trattamento presso il centro Bios di Terni sono già prenotati pazienti provenienti da diverse regioni italiane e dall’estero, incluse due pazienti che verranno appositamente dagli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.