mercoledì 30 settembre - Aggiornato alle 04:35

In Umbria si fuma di più e chi tenta di smettere fallisce nell’80% dei casi. Ragazzine col vizio della sigaretta

Si accendono in media dodici ‘bionde’ al dì e uno su tre fuma in casa. Adolescenti, 25% fuma almeno una volta a settimana

di C.F.

In Umbria il 30 per cento degli adulti (18-69 anni) è fumatore e mediamente accende dodici sigarette al giorno. Il 41 per cento dei fumatori nell’ultimo anno ha provato a smettere ma in oltre l’80 per cento dei casi non c’è riuscito.

In Umbria si fuma di più La fotografia emerge dall’indagine Passi (progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia) elaborato sul quadriennio 2012-2015 secondo cui l’abitudine al fumo è significativamente più elevata negli uomini (35 per cento) che nelle donne (26 per cento), tanto che tra le persone che non hanno mai fumato prevalgono ancora le donne (59 per cento) sugli uomini (40 per cento) anche se il fenomeno risulta «in aumento nel genere femminile». Per il quadriennio d’indagine, comunque, in Umbria risultano più fumatori della media nazionale che si attesta al 27 per cento.

Quasi uno su tre fuma in casa Nel mirino degli esperti anche le abitudine e il rispetto delle regole come il divieto di fumo nei luoghi pubblici ottemperato dall’84 per cento degli intervistati. Ma non sono pochi quelli che continuano a fumare in casa. Il 29 per cento del campione sostiene di non aver introdotto il divieto all’interno della propria abitazione, anche se soltanto il 6 per cento spiega di girare liberamente in qualsiasi ambiente di casa con la sigaretta accesa, tutti gli altri hanno individuato delle stanze off limits. L’astensione dal fumo si attesta all’82 per cento nelle case in cui vivono bambini e ragazzi di età compresa da zero a 14 anni, tuttavia in circa un quinto di queste case il fumo non è ancora stato completamente bandito.

L’80 per cento ha fallito l’addio alla sigaretta Non confortanti i dati sui fumatori che tentano di abbandonare la sigaretta. E infatti tra chi fumava nei dodici mesi precedenti l’intervista il 41 per cento ha tentato di smettere ma di questi l’83% ha fallito (fumava al momento dell’indagine), l’11 per cento stava ancora tentando di smettere (non fumava al momento dell’intervista, ma aveva smesso da meno di sei mesi), mentre il 6 per cento è riuscito a smettere (non fumava al momento dell’intervista e aveva smesso da oltre 6 mesi e meno di un anno). Tra le persone che hanno tentato di smettere di fumare nell’ultimo anno, indipendentemente dall’esito del tentativo, il 96 per cento l’ha fatto da solo, il 2 per cento con l’aiuto di farmaci e l’1 per cento ha partecipato a incontri o corsi organizzati dalle Asl.

Minorenni L’indagine ha anche affrontato la piaga del fumo tra i minorenni. In particolare il 22,4 per cento degli quindicenni umbri fumano almeno una volta alla settimana con le ragazzine residenti in regione che non solo fumano più dei loro coetanei maschi (25 per cento contro 20 per cento) ma fumano perfino di più della media delle ragazze italiane (25 per cento contro 22 per cento).

@chilodice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.