domenica 23 febbraio - Aggiornato alle 03:14

Tragedia di Rigopiano, le lacrime e il ricordo di Alessandro: «Esempio di vita e laboriosità»

Le parole di Ceccotti alla cerimonia con la mamma del giovane che il 19 gennaio avrebbe compiuto 36 anni

di Lorenzo Pulcioni

Grande commozione alle celebrazioni per il terzo anniversario della tragedia di Rigopiano. Come ogni anno il comitato ‘vittime di Rigopiano’ ricorda le 29 persone decedute a causa della valanga, tra cui anche il receptionist ternano Alessandro Riccetti che il 19 gennaio avrebbe compiuto 36 anni.

FOTOGALLERY

La cerimonia I parenti delle vittime hanno deposto dei fiori di fronte al monumento che ricorda tutti coloro che persero la vita nella tragedia. A seguire, il silenzio intonato dalla tromba dei Carabinieri e quindi una breve omelia. Per il Comune di Terni era presente l’assessore al welfare, servizi sociali e solidarietà Cristiano Ceccotti che poco prima della cerimonia si è intrattenuto con la mamma di Alessandro: «E’ stato un momento molto commovente – racconta a Umbria24 Ceccotti – tutta la comunità ternana si stringe intorno al ricordo di questo ragazzo laborioso che con il suo lavoro aiutava la sua famiglia a sostenersi. Era un esempio di vita e dei migliori valori che da sempre sono incarnati dai ternani».

La targa e la benemerenza La riunione dei capigruppo del consiglio comunale martedì 14 gennaio ha deciso di conferire ad Alessandro Riccetti una benemerenza e di installare una targa commemorativa ai giardini di Cardeto, il quartiere della famiglia Riccetti. L’atto presentato dalla consigliera Doriana Musacchi verrà portato in consiglio comunale lunedì 20 gennaio. L’associazione Alessandro Riccetti ha organizzato per domenica 19 gennaio, giorno in cui avrebbe compiuto 36 anni, un’iniziativa dal titolo ‘Buon compleanno Ale’ che si terrà dalle 18 presso ‘La Segheria’ in località Solfonare – Acquavogliera (San Gemini) in cui è prevista la partecipazione del poeta dialettale Luciano Brogelli.

I commenti sono chiusi.