Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 24 settembre - Aggiornato alle 17:00

Traffico, il comitato Mobilità attiva Terni non si arrende: nuova pedalata cittadina

Appuntamento in sella alla bici, in piazza della Repubblica sabato 19 settembre alle ore 16.30: omaggio per i primi 100

Con la riapertura delle scuole, soprattutto in tempo di Covid-19, il fenomeno del traffico cittadino è tornato con forza e a giudicare dal primo giorno, la rivoluzione culturale, la svolta green che qualcuno si aspettava non si è verificata. In particolar modo, il comitato Mat, Mobilità attiva Terni, aveva messo sul tavolo dell’amministrazione comunale numerose proposte che andavano proprio in questa direzione ma a parte la sistemazione di numerose strade, che potrebbe comunque essere un incentivo a viaggiare in bicicletta, nulla è stato realizzato. Ora, è vero che il Comune di Terni non aveva sottoscritto formalmente alcun impegno, ma dal Mat neppure ci si arrende e allora se serve rinverdire le proposte quale miglior modo se non una nuova pedalata cittadina? L’appuntamento è fissato per sabato 19 settembre, in piazza della Repubblica alle 16.30. Lì arrivo e partenza. Per i primi 100 che si pesenteranno in omaggio uno zainetto e delle luci per la bici.

Mobilità attiva Terni Il progetto lo ricorderete si chiama Terni30eLode, prevede una Zona 30 nel centro cittadino, una Rete di mobilità di emergenza per raccordare le periferie al centro, comunicazione ai cittadini di una nuova mobilità: «Abbiamo sempre detto – ricordano dal comitato – che la battaglia per la ciclabilità a Terni è una battaglia di civiltà e non politica, e infatti riconosciamo che questa giunta ha fatto molto di più delle giunte precedenti su questi temi. Non ci voleva molto, in verità, ma comunque è un segnale positivo che va rilevato, soprattutto considerando la combinazione dissesto finanziario/Covid-19. Tuttavia il completamento dell’asse ciclabile Via dell’Argine/Palasport (prima con la tratta di Lungonera Savoia, poi con quella in fase di realizzazione tra Via del Cassero e Viale dello Stadio), seppur inserito nell’ottica della ciclovia Valnerina-Narni (a sua volta collocata nella dorsare cicloturistica Assisi-Spoleto-Roma) non è lontanamente sufficiente a ridurre l’impatto del traffico veicolare a Terni, con un parco auto pro-capite tra i più alti e vecchi d’Italia. Anzi, la direzione verso cui si sta andando sembra essere quella di ‘fluidificare’ sempre più il traffico. Purtroppo però il traffico non si può fluidificare perché è già un fluido di suo e in quanto tale tenderà sempre ad occupare ogni spazio che gli viene lasciato! Allargare i tubi (le strade) e i serbatoi (i parcheggi) significa solo avere più acqua (le auto) in giro. Se vogliamo ridurre il fluido dobbiamo restringere tubi e serbatoi. Fuor di metafore idrauliche, per cambiare volto alla città – spiegano  – la strada da seguire è quella della moderazione del traffico, della riduzione della velocità e del disincentivo dell’auto privata soprattutto per l’ingresso al centro cittadino. Altrimenti, finché vigerà la situazione attuale, avremo ciclabili blindate con stop per i ciclisti ad ogni attraversamento, ovvero saremo sempre ad inseguire il problema generato dal traffico, senza mai tentare di risolverlo davvero».

Richiesta di incontro al Comune di Terni «Abbiamo richiesto e chiediamo all’attuale amministrazione un confronto immediato per risolvere insieme alcuni problemi legati alla sicurezza ed alla circolazione cittadina. E per questo il Mat torna in piazza. Il comitato civico MAT, insieme a FIAB Terni e LAB Biciclario, risale in sella alle proprie bici per chiedere strade più condivise, più sicure, più pulite. Come già avvenuto lo scorso 4 luglio si pedalerà per le vie del centro cittadino per promuovere il progetto ‘Terni30eLode’ e questa volta l’evento sarà inserito all’interno dell’European Mobility Week 2020. Porta la tua bici e unisciti a noi sabato 19 settembre alle ore 16.30 con partenza e arrivo a Piazza della Repubblica. I primi 100 avranno in omaggio uno zainetto personalizzato e delle utilissime luci per bici».

I commenti sono chiusi.