lunedì 18 febbraio - Aggiornato alle 03:29

Terremoto, villaggio tedesco rinuncia ai fuochi d’artificio di Capodanno per aiutare Norcia

Con la mediazione di padre Georg la somma risparmiata sarà devoluta alla diocesi per aiutare le famiglie terremotate più bisognose

Ramsau bei Berchtesgaden

Cittadina tedesca rinuncia ai fuochi d’artificio e devolve la somma risparmiata a Norcia con la mediazione di padre Georg. Il filo di solidarietà tocca anche il cuore della Baviera, precisamente la piccola Ramsau, comunità di neanche 2mila abitanti che in vista della notte di Capodanno ha lanciato l’iniziativa ‘Custodire la tradizione, aiutare il prossimo’. Sostanzialmente il comune tedesco ha invitato cittadini e turisti a non acquistare giochi pirotecnici ma a donare le cifre risparmiate in favore della città di San Benedetto distrutta dal terremoto.  In particolare l’amministrazione autonoma del municipio tedesco ha stabilito di devolvere tutti i fondi alla diocesi di Spoleto-Norcia per sostenere le famiglie più bisogno delle zone terremotate. Il contatto con la curia locale, guidata dal vescovo Renato Boccardo, è stato possibile grazie all’intervento di padre Georg Ganswein, segretario di Papa Benedetto XVI, e assiduo frequentatore di Ramsau. La tradizione che la comunità custodirà comunque, così come recita il titolo dell’iniziativa, è quella del tiro coi mortai a mano un’usanza locale che si consuma il giorno di Natale e di nuovo a Capodanno e che affonda le sue radici nelle usanze pagane di scacciare la stagione oscura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.