Quantcast
martedì 7 dicembre - Aggiornato alle 15:22

Terremoto: in due giorni Umbria Jazz ad Assisi raccoglie 41 mila euro per le vittime del sisma

Agli eventi del Lyrick e di San Rufino hanno partecipato alcuni tra i musicisti più importanti del panorama italiano. Erano presenti circa 1.700 spettatori

Umbria jazz. Foto archivio Fabrizio Troccoli

Quarantunomila euro di incasso e 1.700 spettatori. Sono i numeri comunicati dal vicepresidente della Fondazione Umbria Jazz, Stefano Mazzoni, sulla due giorni di musica dello scorso weekend organizzata ad Assisi. Agli eventi del Lyrick e di San Rufino hanno partecipato alcuni tra i musicisti più importanti del panorama jazzistico italiano, per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto scorso. «Al di là dei numeri – informano gli organizzatori – Jazz e Solidarietà, la più grande manifestazione organizzata da UJ in Umbria, è stata un successo non solo per il risultato artistico e finanziario. Ma prima di tutto per aver tenuto accesi i riflettori sui disagi di tante persone e sulla necessità di tornare al più presto ad una dimensione di normalità».

Jazz risponde con entusiasmo «Siamo felici – prosegue la nota – che il jazz italiano abbia risposto con entusiasmo, dimostrando nello stesso tempo una grande sensibilità ed un forte attaccamento al festival, frutto evidentemente di una lunga frequentazione che in oltre 40 anni ha contribuito a far crescere anche a livello internazionale tanti musicisti. Abbiamo visto, sul palco, una voglia di suonare e di esserci che ci ha emozionato. Grazie a tutti per aver mostrato quanto grande può essere il cuore della musica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.