Quantcast
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 17:29

Brunello Cucinelli finanzia il restauro della torre civica di Norcia: «Idea dei nostri dipendenti»

Il re del cashmere lo ha comunicato al sindaco Alemanno lunedì, a sostenere il recupero anche il californiano Benioff di Salesforce

Brunello Cucinelli, foto Fabrizio Troccoli

Brunello Cucinelli finanzierà il restauro della torre civica di Norcia. E’ stato direttamente il re del cashmere italiano a comunicare lunedì mattina nell’ambito di un incontro coll sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, la disponibilità a sostenere il recupero del bene culturale gravemente danneggiato del terremoto del 30 ottobre e tra i primi messi in sicurezza dai vigili del fuoco.

Cucinelli finanzierà il restauro della torre civica di Norcia  L’iniziativa, spiega una nota della maison umbra, si va ad aggiungere all’impegno già preso dalla Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, immediatamente dopo il sisma, per sostenere il restauro e il recupero del monastero benedettino di Norcia. Il gesto di solidarietà dell’imprenditore di Solomeo è sostenuto, però, anche dai dipendenti dell’azienda e da altri imprenditori, tra cui il californiano Marc Benioff, amministratore di Salesforce, la società che offre pacchetti di servizi per la gestione dei clienti e della vendita per mesi tra i pretendi all’acquisto di Twitter. In una nota ufficiale Cucinelli ha quindi ufficializzato quanto già comunicato lunedì al sindaco Alemanno ossia la «la volontà di prendersi cura del restauro della bellissima torre civica, simbolo laico del Comune di Norcia, costruita agli inizi del 1700, patrimonio storico, politico, culturale ed artistico dell’intera cittadinanza. È un’idea venuta dai nostri stimati dipendenti che mi emoziona. Vorremmo sentirci insieme custodi del creato, proteggere e sostenere genti di alta qualità umana, collaborando con loro nel restauro di preziosi monumenti. Avere come sostenitori dei veri amici universali di varie culture che credono in questi valori di fratellanza, umanità e dignità, mi riempie di gioia e sempre di più mi fa credere nel risveglio dei grandi ideali dell’uomo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.