martedì 28 gennaio - Aggiornato alle 16:12

Terremotati col contributo, due mesi di tempo per nuove autocertificazioni

A tre anni dal sisma nuova verifica sul diritto delle famiglie a mantenere l’aiuto di Stato

Ancarano di Norcia (foto Fabrizi)

Entro il 19 marzo 2020 i terremotati spoletini che beneficiano del contributo di autonoma sistemazione (cas) devono consegnare al municipio la dichiarazione sul possesso dei requisiti per il mantenimento dell’aiuto.

Il Comune di Spoleto ha attivato un servizio di supporto per i cittadini che sono chiamati a compilare la documentazione del caso al fine di permettere di verificare, ancora una volta, il possesso dei requisiti per beneficiare del cas, così da evitare che venga erogato a chi non ne ha più diritto. La modulistica è disponibile a questo indirizzo https://bit.ly/2tZzLCn, con gli uffici della Direzione Servizi alla Persona, la dichiarazione (il cui modello è stato predisposto ed approvato dal Comune di Spoleto) dal lunedì dal venerdì dalle 9 alle 13 e il giovedì dalle 15 alle 17. Sarà possibile, inoltre, avere informazioni per la compilazione della dichiarazione da parte dell’Ufficio autonoma sistemazione il lunedì dalle 11 alle 13 e il giovedì dalle 15 alle 17. L’operazione si è resa necessaria a seguito dell’ordinanza di Protezione civile emessa nel novembre scorso che indica ai terremotati, tra le altre, di non aver trasferito la residenza o il domicilio al di fuori dal territorio regionale; di non essere assegnatari di un alloggio di servizio messo a disposizione dall’amministrazione di appartenenza; di non aver provveduto ad altra sistemazione avente carattere di stabilità .

I commenti sono chiusi.