giovedì 23 novembre - Aggiornato alle 18:01

Terni, Unipg e Ast vicine di casa: Busitalia le collega, studenti al ristorante aziendale

Servizio navetta da Pentima alla stazione con fermata Acciaieria. Servizio attivo da lunedì, pasto completo al costo Adisu 6,50 euro

 

di M. R.

Attiva già da tempo la convenzione tra ristorante aziendale di Acciai speciali Terni gestito dalla Cir food e Adisu per la refezione al servizio degli studenti universitari di Ingegneria, con sede a Pentima. Un pasto completo costa 6 euro e 50 centesimi e, per favorire l’interscambio tanto caro ad Ast che vuole sempre di più aprirsi alla città, ora cìè anche il trasporto dalla facoltà alla mensa di viale Brin senza il pensiero del parcheggio: ci pensa Busitalia. Grazie al finanziamento della Regione Umbria, dal prossimo lunedì sarà infatti attivo il servizio navetta del quale potranno usufruire tutti. Il bus, dal lunedì al venerdì collegherà Pentima alla stazione ferroviaria con partenza in due differenti orari: 13.10 e 13.55.

Acciaieria-Unipg L’iniziativa, già anticipata nei mesi passati, è stata presentata giovedì mattina in viale Brin e salutata con soddisfazione tanto dal sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, quanto dal delegato del rettore Massimo Curini, intervenuto insieme al prof Mirko Filipponi nella mensa della più grande azienda del Centro Italia ovvero la Tk-Ast, rappresentata dal responsabile delle relazioni esterne Tullio Camiglieri e l’azienda dei trasporti; mentre non è riuscito a raggiungere in tenpo la conferenza stampa l’assessore regionale Giuseppe Chianella. «Da tempo cercavamo una soluzione per gli studenti – ha detto l’ingegnere Riccardo Celi di Busitalia – e in questo modo la città ha un servizio in più, calzato sulle esigenze di questa mensa».  La refezione in facoltà, visto il modesto numero di studenti che ne usufruivano, è stata chiusa anni fa perché non più sostenibile.

Campus universitario «Tutti i soggetti in campo – ha commentato il sindaco Di Girolamo – hanno stretto un accordo importante, speriamo utile a favorire il fiorire di nuovi laureati soprattutto in ambito scientifico visto il deficit che si registra nel Paese». «L’Università infatti – ha chiosato Curini – deve muoversi su due direttrici; prima di tutto la didattica e di risultati ne abbiamo già ottenuti vista l’istituzione del corso magistrale in Economia circolare e l’internazionalizzazione. La seconda direttrice è quella dei servizi». Venti gli studenti che gli addetti ai lavori stimano possano mangiare al ristorante aziendale di Ast. Nell’intervento il prorettore ha fatto cenno anche al progetto Pentima come Campus universitario, segno che quella indicazione fissata dalla giunta nel Dup, probabilmente non è solo un pezzo di carta scritto, bensì il confronto tra Unipg e Comune di Terni è in atto.

@martarosati28

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *