giovedì 19 settembre - Aggiornato alle 04:28

Terni torna a scuola, mercoledì suona la campanella: gli auguri dell’assessore

Il saluto di prof Valeria Alessandrini a studenti, docenti e famiglie per un anno scolastico ‘all’insegna del Fair play’

Valeria Alessandrini (foto Umbria24)

In occasione dell’inizio dell’anno scolastico, fissato per mercoledì 11 settembre, l’assessore comunale alla scuola Valeria Alessandrini, ha rivolto un saluto e un augurio a tutti gli studenti, ai docenti e al personale degli istituti ternani, ricordando, con la conferenza stampa dello scorso sabato che i giovani hanno l’opportunità di diventare quest’anno ambasciatori del fair play.

Valeria Alessandrini «Voglio iniziare – scrive l’assessore della Lega – con una citazione tratta da un film. Riguarda il modo d’insegnare e di apprendere. Riguarda dunque la nuova avventura che state e che stiamo per iniziare con questo nuovo anno scolastico. Ne L’attimo fuggente, quando il professor Keating sale sulla cattedra e dice: ‘Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a vedere voi stessi. Coraggio! È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva’. Proprio per questo – dichiara Alessandrini – l’augurio che rivolgo a tutti, agli alunni e agli insegnanti, è di non smettere mai d’imparare e di guardare le cose da più punti di vista, senza mai arrendersi a chi vorrebbe assoggettarci a un pensiero unico. La scuola, anche in questo anno scolastico che sta iniziando, deve potervi fornire gli strumenti per imparare a pensare con la vostra testa, ad essere capaci di creare idee, progetti, innovazione, a non dare mai nulla per scontato, a combattere l’uniformità e a farlo con entusiasmo, superando ogni pigrizia».

Anno scolastico 2019/2020 «La scuola poi – prosegue la prof – come ho avuto più volte modo di dire in questi mesi, deve essere capace di formare i ragazzi come cittadini, come appartenenti alla comunità nella quale vivono. Deve porre in essere un grande sforzo educativo: condividere le regole del vivere civile e far capire le ragioni profonde che sono alla base di un sistema di regole, prima ancora di imporle. Per questo, per quanto ce lo consentono le nostre competenze, vorremmo che all’interno delle nostre scuole ci fosse sempre più spazio e attenzione per l’educazione civica, e abbiamo già lavorato in questo senso facendo rete con la Prefettura e la Questura, e vorremmo pure che ci fosse spazio e attenzione per la conoscenza del luogo dove abitiamo, per la sua bellezza, per la sua stessa identità. Allo stesso tempo come amministrazione siamo impegnati in prima linea per la sicurezza dei nostri ragazzi nelle scuole, sia per quel che riguarda la tutela esterna agli edifici, con i sistemi più moderni, sia per la sicurezza strutturale delle scuole, attraverso l’adeguamento sismico e il miglioramento degli edifici stessi, sui quali stiamo intervenendo con un programma che riguarderà i prossimi mesi e i prossimi anni, insieme all’assessorato ai Lavori pubblici».

Buon anno scolastico «Desidero dunque – conclude – rivolgere, a nome dell’amministrazione comunale, agli studenti un augurio affettuoso affinché possiate affrontare questo nuovo anno scolastico con impegno, ma anche con l’entusiasmo e la gioia che devono caratterizzare questo periodo della vostra vita. Rivolgo poi un saluto alle famiglie che restano un pilastro fondamentale nella costruzione dell’educazione dei figli e che come amministrazione continueremo a sostenere, proprio in collaborazione con le istituzioni scolastiche, facendo sì che la scuola sia un punto di incontro, di ascolto e di confronto non solo per  gli studenti, ma anche per le loro famiglie. Infine ai dirigenti scolastici, ai docenti, al personale amministrativo ed ausiliario invio l’augurio di continuare a svolgere, con l’alta professionalità che li ha da sempre contraddistinti, il ruolo delicatissimo di educatori, guidando i nostri studenti nello studio e nella loro formazione».

Educazione civica Sabato scorso, a pochi giorni dal suono della prima campanella dell’anno, nella sala del consiglio comunale è stato presentato il progetto Scuola Fair Play. Alla conferenza stampa sono intervenuti l’assessore comunale alla Scuola Valeria Alessandrini e il presidente del comitato regionale Fair Play, Stefano Lupi.
«Questo progetto – ha dichiarato l’assessore – si raccorda perfettamente con i nostri obiettivi amministrativi, promuovendo iniziative volte alla diffusione dei valori tipici del fair play, alla cura e allo sviluppo di comportamenti etici e a predisporre programmi per sensibilizzare gli studenti e l’opinione pubblica. Il fair play non è altro che il rispetto delle regole e nella scuola dobbiamo puntare a far rispettare questi valori, sostenendo la collaborazione tra gli studenti, soprattutto all’interno delle classi, in modo da far crescere il rendimento scolastico di tutti. Abbiamo anche pensato ad un premio per accrescere la partecipazione degli studenti alla vita sociale e cittadina in modo attivo. La porta della casa comunale è aperta ad accoglierli sempre per gettare le basi di una crescita consapevole ed una civile convivenza. Verranno organizzate delle attività e a fine anno scolastico saranno assegnate alle scuole le targhe Fair Play; saranno nominati gli ambasciatori del fair play tra i ragazzi particolarmente meritevoli che si sono distinti per valori e comportamenti».

I commenti sono chiusi.