lunedì 13 luglio - Aggiornato alle 11:32

Terni-Rieti, riparte il cantiere. Cancelleri: «Via libera al traffico entro l’estate»

Il viceministro insieme ad Anas e Ircop nel giorno della ripresa dei lavori per l’ultimo tratto della strada tra Umbria e Lazio

«La fine del cantiere e l’inaugurazione della strada è prevista entro l’estate». Questo il timing dettato dal viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri, che giovedì mattina è tornato, dopo la visita di ottobre, sul confine fra Lazio ed Umbria per presenziare all’inizio dei lavori del cantiere della azienda Ircop, nel tratto di strada umbro della Terni-Rieti.

Cantiere al via Da due anni i lavori erano fermi. «Individuato il problema, con Anas e Ircop, mi sono subito attivato per trovare una soluzione. L’obbiettivo era condiviso da tutti: avviare nuovamente i lavori e consegnare l’infrastruttura completa al territorio. Oggi è una grande soddisfazione vedere il cantiere di nuovo vivace e il prossimo appuntamento è per questa estate, quando la superstrada sarà aperta».

Flaminia Il viceministro ha anche parlato dei problemi al viadotto sulla Flaminia tra Terni e Spoleto, dove si è recato nel pomeriggio a constatare lo stato della situazione. «I tecnici – ha detto – stanno effettuando gli ultimi approfondimenti e speriamo di trovare una soluzione nelle prossime settimane». Intanto il tratto fra Strettura e il valico della Somma resta interdetto al traffico pesante.

Terni-Civitavecchia «Ho appreso stamani da Anas che sarebbe stato realizzato un nuovo progetto che permetterebbe il completamento della Terni-Civitavecchia». A dirlo, come riporta l’Ansa è l’assessore regionale dell’Umbria, Enrico Melasecche, a margine del sopralluogo al cantiere della superstrada Terni-Rieti. «Si tratterebbe di un tracciato che metterebbe tutti d’accordo, comprese le associazioni ambientaliste, in quanto permetterebbe di bypassare Monte Romano e arrivare direttamente a Civitavecchia – ha spiegato l’assessore – Per l’Umbria, il Ternano in particolare, ma anche per il Reatino si tratta di un collegamento di fondamentale importanza». L’assessore ha ricordato che nel porto laziale già esiste un molo delle Acciaierie di Terni e ha evidenziato come i «croceristi che ogni fanno tappa a Civitavecchia possano poi spingersi con facilità fino al nostro territorio per ammirare le nostre bellezze storico-artistiche e ambientali come la cascata delle Marmore». Melasecche ha anche espresso soddisfazione per la ripresa dei lavori sulla Terni-Rieti e si auspica un miglioramento della Flaminia tra Terni e Spoleto: «Non è plausibile pensare di continuare su quello che era il tracciato degli antichi romani».

I commenti sono chiusi.