Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 21 gennaio - Aggiornato alle 21:44

Terni, dal primo gennaio 2021 parcheggi a strisce blu meno cari per i primi 30 minuti di sosta

Stalli ridistribuiti sul territorio per fare spazio alle piste ciclabili: abbonamenti, esenzione per ultra 65enni legata all’Isee

Parcheggi a pagamento
Cambiano le tariffe e in parte anche la dislocazione dei parcheggi a strisce blu nel territorio comunale di Terni. Lo stabilisce una delibera approvata dalla giunta Latini. La novità principale consiste in una riduzione della tariffa minima per il parcheggio. Mentre finora per le soste di 30 minuti si pagavano 80 centesimi, adesso la tariffa è stata abbassata a 50 centesimi.
Terni reti «Lo scopo di questa riduzione del costo del parcheggio – spiega l’assessore competente in materia Leonardo Bordoni – è di creare un forte impatto positivo sull’utenza, specie in questa fase d’emergenza che stiamo vivendo e di rendere fruibili a tutti i parcheggi a pagamento nelle aree commerciali, generando un ricambio continuo a un prezzo molto contenuto e per un tempo sufficiente a completare un acquisto o una piccola commissione. La riduzione da 80 a 50 centesimi interesserà una larga fascia di cittadinanza in considerazione del fatto che il 50% dei biglietti venduti in centro città sono proprio per la sosta minima di 30 minuti. Per facilitare gli utilizzatori sono stati completati tutti i processi per i pagamenti tramite App».
 
Abbonamenti  I parcheggi a strisce blu restano complessivamente 1600, così come stabilito in precedenza,  ma si è provveduto ad una
loro ridistribuzione tenendo conto di diversi fattori. «Intanto – spiega l’assessore Bordoni – abbiamo dovuto ridistribuire quelli che sono stati eliminati per realizzare le nuove ciclabili. Inoltre abbiamo dato seguito alle istanze di alcuni cittadini residenti, che chiedevano una diversa collocazione delle strisce blu nelle aree di residenza, nella loro stessa via per approfittare delle agevolazioni di abbonamento riservate ai residenti stessi. A questo proposito la delibera prevede anche che potranno fare l’abbonamento coloro che vivono o lavorano in vie dove ci sono stalli bianchi, ma che sono circondati da parcheggi blu. Questa era una anomalia del sistema che oltre ad essere poco comprensibile aveva generato molte giuste rimostranze».
Presentazione Isee per esenzione Sempre a proposito di abbonamenti, la delibera stabilisce che non ci saranno aumenti per i mensili e i semestrali che restano dunque alle stesse tariffe del 2014, ma ci saranno anzi degli arrotondamenti in lieve ribasso per l’abbonamento annuale. Cambiano anche le modalità di esenzione per gli ultra65enni. «La vita produttiva si è alzata e diverse città negli anni hanno adeguato al rialzo questo parametro. Noi abbiamo invece verificato che erano molte le esenzioni accordate a macchine di lusso o comunque che facevano ritenere un reddito elevato, perché il proprietario era ultrasessantacinquenne. Per risolvere questa particolarità abbiamo preferito mantenere l’esenzione a 65 anni, ma ancorandola alla certificazione Isee. Da oggi l’esenzione riguarderà gli ultra65enni che abbiano un Isee inferiore a Euro 20.000/annuo”. Con la delibera approvata dall’esecutivo di Palazzo Spada è stato dato mandato immediato a Terni Reti s.r.l. in accordo con l’Ufficio Viabilità di provvedere alla realizzazione degli stalli deliberati, della segnaletica orizzontale, verticale e di totem informativi. Il periodo dei lavori previsti per completare il piano di ridistribuzione entro il 30 giugno 2021. Le nuove tariffe invece entreranno in vigore il 1 gennaio 2021».

I commenti sono chiusi.