lunedì 26 agosto - Aggiornato alle 07:47

Terni, nasce il premio Gastone Moschin: Popoli e religioni ricorda l’attore veneto

Festival del cinema omaggia Luca Manfredi per il film ‘In arte Nino’

Nasce all’interno di Popoli e Religioni – Terni film festival il premio ‘Gastone Moschin’ per il cinema in Umbria, destinato ad artisti che hanno contribuito alla valorizzazione della regione e allo sviluppo del cinema, del teatro e della televisione nel suo territorio. Quest’anno il riconoscimento andrà a Luca Manfredi per il film In arte Nino, girato in gran parte nell’Umbria meridionale e dedicato alla giovinezza di Nino Manfredi, che con Moschin ha condiviso molto spesso il set.

IN ARTE NINO: LA VIDEOINTERVISTA SUL SET

Popoli e religioni «L’Umbria deve molto a Gastone Moschin – scrive l’Istess, istituto di studi teologici e storico sociali – il grande attore veneto, tra gli indimenticabili protagonisti di Amici miei (ma è stato anche Don Camillo nel primo film senza Fernandel e un boss mafioso in Il padrino II) ha scelto l’Umbria come sua terra di elezione e non solo ci ha vissuto per quasi trent’anni e girato fiction come Don Matteo e Sei forte maestro, ma ne ha aiutato lo sviluppo artistico con un autentico volontariato culturale». Dopo aver collaborato con la compagnia teatrale ternana Orion, nel 2004 ha infatti fondato a Terni con la moglie Marzia Ubaldi e la figlia Emanuela la scuola di recitazione Mumos, che ha attirato giovani da ogni angolo d’Italia e professionisti attivi oggi al cinema, in teatro, in televisione e nel doppiaggio. Il Terni Film Festival (che aveva dedicato alla Mumos una serata nel 2008) gli rende omaggio intitolandogli il premio per il Cinema in Umbria istituito lo scorso anno, quando è stato vinto proprio da un allievo dei Moschin: il regista ternano Giordano Torreggiani, per il corto My awesome sonorous life. Quest’anno il riconoscimento andrà a Luca Manfredi per il film In arte Nino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.