domenica 23 febbraio - Aggiornato alle 01:36

Terni, nasce ‘Agire con responsabilità’: impresa sociale al fianco dei cittadini con disabilità

Il presidente Yari Lupattelli presenta il nuovo organismo che affiancherà l’amministrazione comunale

Affiancare le istituzioni per aiutare i cittadini con disabilità a trovare le giuste soluzioni ai propri problemi e rispondere così in modo efficace ai diversi bisogni che si manifestano: è quanto si propone l’impresa sociale ‘Agire con responsabilità’, presentata lunedì all’hotel Valentino di Terni. Presenti l’assessore comunale al Welfare Marco Celestino Cecconi, il presidente dell’associazione Yari Lupattelli e l’avvocato Grazia Biscossi.

I temi L’associazione, che ha sede operativa a Terni, svolge attività di interesse generale «per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale». L’impresa sociale può contare su una equipe di professionisti (avvocati, medici, psicologi) che si occupa di «prestazioni sociosanitarie, servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro di persone svantaggiate, di disabili o persone beneficiarie di protezione internazionale, assistenza domiciliare, servizi di informazione». Tra le attività anche quelle di sostegno psicologico, di riabilitazione, di assistenza scolastica ai disabili, di mediazione sociale e culturale, aggregative ed educative per minori, adolescenti, giovani e adulti.

Gli scopi L’Impresa sociale, che non ha scopo di lucro, punta «ala sensibilizzazione e all’animazione della comunità per aumentare la disponibilità e la consapevolezza in favore delle persone in stato di bisogno, alla valorizzazione della cultura della diversità, al sostegno dell’espressione relazionale tra individui dalle differenti potenzialità. Si avvale di due figure fondamentali: lo studio legale Biscossi e il medico legale Daniele Zagaglioni. «L’amministrazione non può che essere felice – ha commentato l’assessore Cecconi – tanto più che è un’impresa che nasce nell’ambito del Welfare. Noi non possiamo che abbracciare questo tipo di iniziativa e farla nostra nel sostegno che ci potrà dare».

I commenti sono chiusi.