martedì 26 marzo - Aggiornato alle 03:16

Terni, l’ultimatum del Comune ai centri giovanili: «Lasciate i locali entro il 29 marzo»

Lettera ai responsabili dei luoghi di ritrovo, Palazzo Spada punta a nuovi bandi: «Palmetta non ha locali a norma»

L'assessore Proietti (foto Umbria24)

Con una lettera inviata in questi giorni ai responsabili dei centri giovanili in città, il Comune di Terni ha invitato i gruppi a lasciare i propri locali entro il 29 marzo prossimo. Questo perché i contratti scaduti il 31 dicembre scorso non potranno essere rinnovati alle stesse condizioni: è la linea dettata dall’assessore Elena Proietti, per far fronte anche alla fase di dissesto economico dell’ente di piazza Mario Ridolfi.

I tempi Nella lettera viene dunque indicata la data del 29 marzo come termine ultimo per lasciare i locali, che così torneranno a disposizione dell’amministrazione comunale. A quel punto, secondo l’idea della giunta, via a nuovi bandi. Complicata la situazione del centro Palmetta che, come spiegato dallo stesso assessore, non sarebbe a norma e quindi rischia di essere chiuso. La Siviera di via Carrara, Sant’Efebo di San Valentino e Macondo di via Irma Bandiera invece non dovranno lasciare entro il 29 e potranno presentare le proprie offerte per partecipare ai bandi.

I commenti sono chiusi.