giovedì 23 novembre - Aggiornato alle 18:02

Terni, dallo sportello consumatori fino al testamento biologico: ecco ‘In Comune’

Palazzo Spada presenta il nuovo spazio per il centro multiservizi: «Si parte da 22mila contatti l’anno, 18 i Dat depositati»

Un momento della presentazione del nuovo spazio per i servizi comunali

di Mas. Col.

«Abbiamo molto in Comune». E’ lo slogan con il quale è stato presentato lunedì mattina lo spazio rinnovato dell’Urp ‘In Comune’, che si configura come uno sportello polifunzionale per la comunicazione con i cittadini, dove confluiscono lo Sportello del cittadino, lo Sportello migranti, l’Informagiovani, il Centro Europe Direct di Terni, il Punto Cultura, lo Sportello Rai, lo Sportello del consumatore, il Tribunale dei diritti del malato, l’ufficio stampa del consiglio comunale e delle direzioni dell’ente.

I servizi Il servizio, ampliato e dotato di una galleria che collega via Roma con piazza Ridolfi, offre nuove opportunità anche telematiche, sia tramite front office e con il back office e inoltre, con la nuova disposizione dei locali, cerca una maggiore visibilità, garantendo una migliore accessibilità e un nuovo attraversamento nell’area centrale della città con la valorizzazione del cortile di Palazzo Pierfelici, accanto alla sede del Comune, che verrà utilizzato anche per piccoli eventi di comunicazione nell’ambito delle attività Urp, Informagiovani e Europe Direct.

I numeri I nuovi spazi hanno anche l’obiettivo di valorizzare l’Urp/In Comune nel suo ruolo di dialogo tra il Comune e i cittadini. Un ruolo già lanciato sei anni fa con il trasferimento dalla vecchia sede di piazza San Francesco a quella di Palazzo Pierfelici. I dati del 2016 indicano che l’Ufficio relazioni con il Pubblico del Comune di Terni ha registrato complessivamente 21.551contatti. Un’utenza in linea con quella degli anni precedenti. Tra questi, 13.313 lo hanno fatto con richieste di informazioni sui servizi dell’ente e delle aziende partecipate, mentre 5.310 sono state le segnalazioni, i reclami e i suggerimenti, molti dei quali anche tramite email, utilizzando lo strumento ‘Scrivi al Comune’, dal sito web di Palazzo Spada. Oltre 2.500 hanno partecipato alle attività di Europe Direct. I giorni di apertura al pubblico sono stati 252 con una media giornaliera di 73 contatti.

Testamento biologico Tra i servizi dell’Urp c’è anche il registro per il Testamento biologico, per cui dai dati emerge che 18 cittadini lo hanno già depositato. Il Comune di Terni si è infatti distinto per aver istituito il registro delle dichiarazioni anticipate di trattamento che ha come finalità quella di consentire ai cittadini (maggiorenni e residenti nel Comune di Terni) che hanno redatto la Dat o Testamento biologico, di dichiarare l’avvenuto deposito delle proprie volontà. La Dat (Dichiarazione Anticipata di Trattamento) o Testamento biologico è il documento attraverso il quale ogni individuo nel pieno delle sue facoltà mentali esprime la propria volontà riguardo al trattamento sanitario, sulle terapie che intende o non intende accettare qualora in futuro sia in una condizione di incapacità ed impossibilità ad esprimere il proprio consenso o dissenso in merito alle stesse.

La Malafoglia «Con quest’intervento – ha detto il vicesindaco Francesca Malafoglia – abbiamo cercato di dare un’identità nuova al luogo di contatto tra l’amministrazione e i cittadini rendendolo più accessibile, più facile e trasversale con la partecipazione di diverse istituzioni, direzioni dell’ente e associazioni a cominciare da quelle dei consumatori. Si procede quindi verso l’obiettivo di uno sportello polifunzionale strutturando i nuovi servizi sulla base dei bisogni, facilitando l’accesso sia fisicamente che dal punto di vista informatico e relazionale». Alla presentazione hanno preso parte i rappresentanti delle associazioni dei consumatori che offriranno servizi all’interno dello Sportello del Consumatore: Dario Giocondi per CittadinanzAttiva, Salvatore Lombardi ed Enrico Carletti per ConfConsumatori; Mariastella Diociaiuti per l’Unione Nazionale Consumatori. Sono poi intervenuti, in merito alle attività di Europe Direct Adele Filena e Laura Manni (Aede) e Massimo Bartoli (Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Scienze politiche), e per lo Sportello Migranti Simona Botondi, Marco Albanesi e Annalisa Fioretti.

Contatti e orari Dunque una moltitudine di servizi che magari qualche cittadino nemmeno immagina possa avere a disposizione. Per quanto riguarda gli orari lo Sportello del Cittadino è aperto dal lunedì al venerdì (9-13), martedì e giovedì (15.30-17.30) in via Roma 36; lo Sportello del consumatore in collaborazione con CittadinanzAttiva, Unione Nazionale Consumatori e ConfConsumatori lunedì (9-12 /CittadinanzAttiva), martedì (15.30-17.30 Unione Nazionale Consumatori), giovedì (9-12 ConfConsumatori), venerdì (9-12 Unione Nazionale Consumatori), Tribunale del malato mercoledì su appuntamento (0744 205051); InformaGiovani (martedì: 10-13; giovedì: 15.30-17.30); Sportello Migranti (martedì e venerdì 9-13; giovedì: 9-13 e 15.30-17.30); Europe Direct dal lunedì al venerdì (9-13, martedì e giovedì 15.30-17.30).

@tulhaidetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *