mercoledì 21 novembre - Aggiornato alle 13:37

Terni, Concerto dai balconi migra a Sant’Agnese: tutto il quartiere coinvolto

Primo test per le location con Concabbanda e aperta la call per i musicisti

Quartiere Sant'Agnese di Terni

Da piazza del Mercato a Sant’Agnese. Migra ma ritorna Concerto dai balconi in programma il 13 ottobre nel quartiere a ridosso del centro di Terni, scelto dalle associazioni Demetra e Arciragazzi, che hanno avviato le prime attività per coinvolgere i residenti di Sant’Agnese e della zona palazzine Ater.

Concerto dai balconi migra a Sant’Agnese A giugno, infatti, è stato aperto un infopoint in via Volturno, in uno degli edifici liberi della zona, che sarà la base logistica per gli organizzatori,ma anche un temporaneo punto di incontro e punto informativo per gli abitanti del quartiere. Proprio a loro è stata recapita la prima lettera di vicinato e organizzato un incontro conoscitivo animato dalla Concabbanda, che ha percorso le vie e testato i primi balconcini. Ai residenti è stato, quindi, presentato il progetto, gli attori coinvolti e le modalità di partecipazione, così da condividere modalità e aspettative con gli abitanti del quartiere. Aperta anche una call per gruppi e singoli musicisti per la definizione della lineup ufficiale dell’evento. Tutte le informazioni sul sito e sulla pagina Facebook dell’evento. Per l’occasione gli artisti selezionati si esibiranno dal vivo da balconi e finestre ancora una volta messe a disposizione dagli abitanti del quartiere.

Piazza del Mercato non si accantona Ovviamente per i volontari delle due associazioni il percorso è ancora lungo, ma è stato compiuto il primo passo di un nuovo capitolo, dopo quello del 2017 in piazza del Mercato, sfociato perfino nella proposta al Comune del temporaneo dello stabile che ospitava il mercato. Nonostante gli organizzatori avessero coinvolto una serie di imprenditori locali disponibili a sostenere la messa in sicurezza per il riutilizzo temporaneo della struttura, il progetto è rimasto inascoltato. Ma l’idea di riconsegnare alla città quello spazio non è accantonata.

I commenti sono chiusi.