martedì 26 settembre - Aggiornato alle 14:42

Terni, Cantamaggio alle porte: sei carri in gara, giuria popolare ‘a pagamento’

Edizione 121 con ritorno agli storici rioni, mentre risuona il ‘Canto delle Centurinare’ con Lucilla Galeazzi

Cantamaggio Terni 2016

di Marta Rosati

Sei carri allegorici in gara, più quello mangereccio e quattro creazioni baby, ma «ad aprire la sfilata del 30 aprile un’ottantina di donne, capeggiate dalla cantautrice folk Lucilla Galeazzi, che intoneranno il Ticchetettà del ‘Canto delle Cinturinare’, sarà una vera emozione per tutta Terni». Lo garantisce il presidente dell’Ente Cantamaggio affaccendato nell’organizzazione della 121esima edizione della kermesse, che per la prima volta concede al pubblico la possibilità di votare, ma dietro ‘piccolo contributo’.

Cantamaggio 2017 Pochi slanci in avanti, per una manifestazione più al passo coi tempi bisognerà attendere almeno un altro anno, ma il tuffo nel passato è assicurato. Oltre a rievocare le storiche lotte delle lavoratrici dell’ex jutificio di viale Centurini con i canti popolari della Galeazzi, infatti, l’organizzazione visto il numero di carri in gara ha pensato bene di associare ciascuno di essi ad un rione. Sei erano quelli in cui pare fosse suddivisa Terni in una geografia e una storia antiche, parliamo del XVII secolo.

Giuria popolare a pagamento Tra le principali novità, se vogliamo, il palco della giuria che si sposta di qualche metro finendo esattamente sotto le finestre di Palazzo Spada, quindi in piazza Mario Ridolfi e il fatto che il pensiero del pubblico avrà un peso.

Edizione 121 «L’ente Cantamaggio ha predisposto dei coupon che saranno distribuiti la sera della sfilata tra la gente chiamata ad esprimere un voto e a riconsegnare i tagliandi in appositi gazebo che saranno allestiti in centro città – racconta Omero Ferranti a Umbria24 -. Anche la giuria popolare dunque quest’anno potrà dire la propria sui carri in gara e saranno quindi previste due distinte premiazioni che si terranno il primo maggio». A giudicare da quanto riportato sulla pagina Facebook dedicata però, esprimere un voto ha un costo; secondo indiscrezioni si tratterebbe di appena un euro, ma tutti i dettagli saranno svelati prossimamente in sede di conferenza stampa.
@martarosati28

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.