lunedì 19 agosto - Aggiornato alle 08:03

Terni, al Tacito la ‘Notte dei licei’ è dedicata alle muse protettrici delle arti

Quinta edizione per la serata con perfomance di musica, poesia e teatro

Il liceo 'Tacito' (foto U24)

Notte dei licei anche al Tacito di Terni. Porte aperte l’11 gennaio, dalle 19 alle 22, nella scuola guidata dalla dirigente scolastica Roberta Bambini che dedica la serata alle nove muse eterne protettrici delle arti e testimoni indelebili delle origini della bellezza e dell’armonia.

Al centro dell’appuntamento, ormai giunto al quinto anno e quindi praticamente divenuto tradizionale nel liceo di Terni, ci saranno la musica, la poesia e il teatro, considerati espressioni tra le più profonde dell’animo umano, che saranno messe in relazione con la vocazione della classicità e chiave di lettura del ‘presente’. Sulla scia del ‘rito’ in cui le nove Muse torneranno a vivere, scorreranno davanti allo sguardo dei partecipanti le varie
performance: dall’esibizione del coro d’ Istituto alle varie forme di spettacolo che alle Muse si ispirano e che il liceo classico Tacito ha prodotto e gli alunni della Secondaria superiore di I grado che vogliono avere informazioni sulla scuola saranno graditi ospiti di compagni ed insegnanti. La notte dei licei, infatti, nasce dalla necessità, oggi più che mai sentita, di stabilire un contatto, un legame indissolubile di una vocazione allo stretto rapporto tra ‘tradizione’ ed ‘innovazione’ che caratterizza l’indirizzo classico, pronti alle nuove sfide della contemporaneità.

I commenti sono chiusi.