Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 9 agosto - Aggiornato alle 12:36

Terni, 10 mila multe mai pagate dal 2016: il Comune deve riscuotere 3,5 milioni di euro

Black list di famiglie e imprese in debito con l’ente elaborata da Terni Reti: scatta procedura coattiva, introiti a favore dell’Osl

Multe

di M.R.

Sono esattamente 9.763 i verbali delle multe elevate nel 2016 e mai pagate dai trasgressori: sanzioni amministrative per un importo di poco inferiore ai 3 milioni e mezzo di euro (3.492.744,85, di cui oltre 120 mila per spese di notifica). Soldi che il Comune di Terni, sulla scorta della lista elaborata da Terni Reti, si atppresta ora a riscuotere. Attraverso la società Terni Reti, in particolare, sarà attivata la procedura coattiva, con l’invio della ‘blasck list’ all’ Agenzia delle entrate.

Le multe Per un milione e 640 mila euro, come si legge nella determina della dirigente di polizia municipale Gioconda Sassi, si tratta di sanzioni amministrative pecuniarie riferite a famiglie, (eur0 103.974,42 riferite alle relative spese di notifica ed euro 1.330.921,35 riferite alle relative maggiorazioni, tenendo conto, però, che successivamente queste ultime potranno essere suscettibili di una variazione in aumento in relazione al momento dell’effettiva formazione delle cartelle esattoriali). Per euro 222.365,90 si tratta invece di sanzioni amministrative pecuniarie riferite a imprese (euro 16.543,53 riferite alle relative spese di notifica ed euro 179.615,45 riferite alle relative maggiorazioni, tenendo conto, però, che successivamente queste ultime potranno essere suscettibili di una variazione in aumento in relazione al momento dell’effettiva formazione delle cartelle esattoriali. Gli introiti relativi, al netto degli oneri di riscossione e dell’eventuale esecuzione – ha disposto Palazzo Spada – saranno accreditati sul conto intestato all’Organo straordinario di liquidazione. A Terni Reti verrà invece riconosciuto, per il servizio di gestione verbali di accertamento e dei verbali di contestazione redatti da personale legittimato il compenso pari ad € 2,26 per ogni verbale delle liste di carico predisposte.

I commenti sono chiusi.