mercoledì 16 ottobre - Aggiornato alle 21:32

Spunta la stazione ferroviaria Perugia Aeroporto, ma sparisce il raddoppio Spoleto-Terni

Nel piano commerciale di Rfi programmata per il 2020 l’apertura del nuovo tratto Spoleto-Campello

Un treno Fcu ©Fabrizio Troccoli

Nuova fermata di Perugia aeroporto, ma non certamente il raddoppio del tratto Spoleto-Terni. Questo emerge dalle oltre 700 pagine del piano commerciale appena varato da Rfi che mette ordine tra gli interventi programmati e in corso anche in Umbria. Il documento è stato anticipato dal quotidiano Il Messaggero.

Spoleto-Terni Nel faldone, a differenza di quello precedente 2017-2021, non c’è più spazio per il raddoppio tra Spoleto e Terni, con progetto risalente al 2006, che per essere realizzato richiedeva, secondo le stime di allora, oltre 500 milioni di euro per i 22 chilometri che separano le due città, di cui 19 correrebbero in galleria. Qui da sempre si viaggia a binario unico e il collo di bottiglia della rete ferroviaria continuerà a rallentare i treni ancora per anni, dato che intanto dal piano commerciale 2019-2023 «sono stati eliminati tutti i progetti che non hanno almeno una fase funzionale realizzativa finanziata», anche se tra «gli scenari futuri» resta comunque in campo il «completamento del raddoppio della tratta Terni-Campello» da finanziare.

Spoleto-Campello L’unica nota positiva sul tratto umbro della Orte-Falconara è la consegna dei primi dieci chilometri di raddoppio che, dopo oltre dieci anni di cantiere e fallimenti in serie di ditte esecutrici, dovrebbe portare all’archiviazione del binario unico almeno tra Campello e Spoleto, dove l’obiettivo è passare da quattro treni ogni ora a dieci.

Stazione Perugia Aeroporto Meglio va per il progetto di potenziamento della linea Foligno-Terentola per migliorare i collegamenti tra il capoluogo umbro e le regioni del versante tirrenico e prevede entro il 2023 la realizzazione degli impianti di Ellera e Assisi, mentre il completamento degli interventi è previsto oltre il 2023». Nel piano commerciale di Rfi «è prevista la nuova fermata di Perugia Aeroporto, la soppressione di alcuni passaggio a livello, l’adeguamento marciapiedi, la realizzazione di nuovi sottopassi e la velocizzazione degli itinerari nelle stazioni di Ellera, Spello, Bastia Umbra e Assisi».

Dieci stazioni Il corposo documento segna anche il piano stazioni che entro il 2026  prevede di trasformare ed adeguare dieci stazioni medio/grandi presenti nella regione per renderle più accessibili, per garantire l’accesso in stazione a persone con disabilità e per renderle più confortevoli ai viaggiatori»: nella mappa sono segnate Terni, Perugia, Ponte San Giovanni, Spoleto, Foligno, Assisi, Narni, Attigliano, Fabro e Orvieto.

I commenti sono chiusi.