lunedì 25 maggio - Aggiornato alle 02:59

Spoleto, viaggio a palazzo Martorelli-Orsini nuova sede della procura

Scatta il trasloco nell’edificio del XV secolo recuperato coi fondi del Puc2, Loretoni: «Ora giudice di pace al Leoncilli per chiudere progetto di cittadella giudiziaria in centro»

palazzo-martorelli-orsini
Loretoni a Palazzo Martorelli Orsini (foto Fabrizi)

di Chiara Fabrizi

Primi passi per il trasloco della procura della Repubblica di Spoleto nella nuova sede di palazzo Martorelli-Orsini, recuperato negli ultimi anni dal Comune attraverso i fondi del Puc2.

VIAGGIO A PALAZZO MARTORELLI-ORSINI: VIDEO E FOTO

Martorelli-Orsini nuova sede della procura Lunedì mattina ad aprire le porte dell’edificio risalente al XV secolo è stato l’assessore ai lavori pubblici, Angelo Loretoni: «Sono particolarmente felice perché – ha detto a Umbria24 – dopo due anni e mezzo di lavori su impianti e finiture realizzate su misura per la procura siamo pronti a trasformare in realtà il progetto della cittadella giudiziaria in centro, che porterà anche il giudice di Pace a palazzo Leoncilli» (piazza Pianciani). In particolare gli interventi per il recupero dello storico edificio di piazza del Mercato, un tempo caserma dei carabinieri, è iniziato oltre quattro anni fa ed è costato complessivamente circa 3,5 milioni di euro.

Loretoni: «Grande soddisfazione» Negli oltre 1.200 i metri quadrati recuperati nel cuore del centro storico sono state allestite una settantina di postazioni scrivanie ognuna dotata delle colonnine per i servizi. Qui durante i lavori sono state anche scoperte pavimentazioni di epoca romana che sono state lasciate a vista con protezioni in vetro e camminamenti lateriali. Tre i piani di cui si compone palazzo Martorelli-Orsini dove sono stati recuperate le logge sovrapposte, mentre il cortile interno è stato dotato di una copertura in vetro (foto) con vista sulla torre campanaria del municipio: «La ristrutturazione è stata compiuta dalla precedente amministrazione, noi abbiamo avuto la fortuna e la gioia di completarlo seguendo per filo e per segno le indicazioni arrivate dalla procura».

Ora è il turno del Giudice di pace Dopo la riforma della geografia giudiziaria, che ha notevolmente ampliato la circoscrizione di competenza del tribunale di Spoleto, è stato necessario individuare una nuova sede per i magistrati, che quindi libereranno diversi locali del primo piano del palazzo di giustizia che saranno riorganizzati per ospitare altri servizi e uffici. Il palazzo di proprietà comunale verrà ceduto in comodato d’uso gratuito al ministero della Giustizia che sta completano alcuni interventi specifici. Tra questi anche le misure di sicurezza per l’accesso allo stabile che saranno potenziate con i dispositivi del caso: «Tra qualche mese chiuderemo il cerchio della Cittadella giudiziaria – ha detto l’assessore Loretoni – col trasferimento del giudice di Pace a palazzo Leoncilli, che prevediamo possa avvenire nel giro di un paio di mesi».

@chilodice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.