lunedì 17 dicembre - Aggiornato alle 20:38

Spoleto, variante al Piano regolatore pronta per l’adozione

Arrivati i pareri sismici della Regione, l’assessore Flavoni: «Approviamo per senso di responsabilità»

Spoleto vista dalla Rocca (foto Fabrizi)

di Chia.Fa.

Variante al Piano regolatore generale pronta per l’adozione. La Regione ha infatti inviato, ormai da alcune settimane, tutte le autorizzazioni sismiche allegate alla pratica urbanistica messa in cantiere dalla precedente amministrazione e ora completa. Ad assicurare che non ci sarà alcun dietrofront sulla revisione del Prg è direttamente l’assessore Francesco Flavoni: «Approviamo la variante per senso di responsabilità verso i cittadini».

Il timing prevede l’adozione della variante entro i primi di novembre, che sarà a quel punto pubblicata e soggetta a osservazioni da depositare al massimo entro 45 giorni. Tra la fine dell’anno e l’inizio del 2019, gli uffici tecnici dell’ente valuteranno tutte le osservazioni pervenute, per poi varare il Piano regolatore generale che, a questo punto, dovrebbe entrare in vigore la prossima primavera. La revisione in diminuzione del Prg è attesa da almeno 500 cittadini proprietari di altrettanti terreni per i quali, nell’ambito dell’articolato iter per la variante urbanistica, hanno chiesto la declassificazione di aree da edificabili ad agricole, così da evitare il salasso annuale dell’Imu per terreni che di fatto non hanno mercato.

L’operazione vale un ritocco al ribasso della previsione edificatoria quantificato in circa un milione di metri quadrati, con relativa contrazione del gettito fiscale stimata tra 300 e 400 mila euro per le casse comunali e per le quali erano già state trovate le coperture. Nessun passo indietro, insomma, sulla variante ereditata dalla precedente amministrazione: «L’adotteremo – dice Flavoni – per senso di responsabilità verso il territorio e in particolare dei cittadini che da troppo tempo hanno chiesto e attendono una serie di modifiche, oltreché per rispetto degli uffici tecnici dell’ente da tempo impegnati in questa pratica. Ma siamo anche intenzionati – annuncia l’assessore – a definire e approvare un nuovo Prg, convinti che la variante prossima all’adozione risolva soltanto alcune criticità».

@chilodice

I commenti sono chiusi.