sabato 25 maggio - Aggiornato alle 17:07

Spoleto, ricostruzione delle scuole: laboratori dell’Alberghiero al liceo Scientifico

Problemi per l’adeguamento sismico delle ex Magistrali, ipotesi trasloco studenti medi a Ragioneria e geometri

Luciano Bacchetta

di C.F.

Una «succursale» dell’istituto Alberghiero potrebbe trovare spazio nello stabile del Liceo scientifico da demolire e ricostruire. L’opzione è contenuta nel piano di interventi stilato dalla Provincia di Perugia, proprietaria degli stabili in cui prendono posto le scuole superiori di Spoleto, insieme alla stessa amministrazione comunale. Sembra dunque sfumare il trasferimento del Liceo di scienze umane (ex Magistrali) all’interno dello Scientifico, come pure era stato paventato.

Alberghiero allo Scientifico In questo senso, una nota dell’ente di piazza Italia, spiega anche che l’adeguamento sismico delle ex Magistrali «non può essere attuato senza interessare le proprietà private e le attività commerciali che fanno parte integrante dell’edificio». In attesa di dipanare la matassa coi proprietari confinanti, a sbarcare al Liceo scientifico, secondo i piani di Provincia e Comune, potrebbero essere gli studenti dell’Alberghiero, che qui si insedierebbero con «una zona di laboratori di cucina e ricevimento», al fine di creare «una succursale dell’istituto Alberghiero, attualmente dislocato in una parte dell’edificio dell’Istituto Spagna (Ragioneria e Geometri, ndr)». Anche quest’ultima scuola superiore, con sede in viale Martiri della Resistenza, deve essere interessata da lavori di adeguamento sismico, ma potrebbe ospitare gli studenti del Liceo scientifico e di quello di scienze umane «fino a quando non saranno ripristinate le rispettive strutture scolastiche».

Lo Spagna apre le porte Analoghi interventi devono essere compiuti all’Itis e all’Ipsia, «dove c’è la possibilità – si legge in una nota della Provincia – di recuperare anche spazi del piano terra, con un significativo aumento del numero delle aule e dei laboratori». A commentare il pesante faldone di cantieri per la ricostruzione post sisma delle scuole di Spoleto è direttamente il presidente della Provincia, Luciano Bacchetta, che torna ad assicurare «massimo impegno ed attenzione dal parte dei nostri uffici tecnici per garantire sicurezza e fruibilità alle nostre scuole. Si tratta – dice – di un grande sforzo progettuale posto in capo alle scuole ricadenti nell’area del cratere, per le quali sono disponibili risorse economiche specifiche oltre a quelle proprie della Provincia». Si attendono i progetti.

@chilodice

I commenti sono chiusi.