martedì 11 dicembre - Aggiornato alle 07:43

Spoleto, ospedale protagonista di studio per il recupero dei pazienti oncologici over 70

L’indagine internazionale della Società europea di chirurgia sarà curata dal dottor Marano e valuterà la qualità della vita dopo gli interventi

L'ospedale di Spoleto

L’ospedale di Spoleto protagonista di uno studio internazionale della Società europea di chirurgia oncologica. Sarà direttamente il reparto di Chirurgia generale, diretto dal primario Giampaolo Castagnoli, a curare la valutazione chirurgica preoperatoria ed analisi della ripresa funzionale dei pazienti anziani sottoposti ad intervento chirurgico per patologia neoplastica. Lo studio Gosafe (geriatric oncology surgical assessment and functional recovery after surgery) è stato concepito per valutare il recupero funzionale post-operatorio e la qualità della vita dopo interventi di chirurgia oncologica in pazienti anziani. Per l’ospedale di Spoleto, ‘principal investigator’ è il dottor Luigi Marano, dirigente medico dell’Unità operativa complessa di Chirurgia generale, mininvasiva e robotica: «L’indagine internazionale – dice il direttore generale, Imolo Fiaschini – è di rilevante rilevante impatto scientifico i cui risultati, a lungo termine, verranno pubblicati in letteratura medica internazionale. Ciò rappresenta un elemento di fondamentale importanza per la Struttura Complessa di Chirurgia Generale dell’Ospedale di Spoleto, risultata idonea a figurare tra i più prestigiosi Centri chirurgici internazionali in qualità di centro partecipante».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.