lunedì 20 maggio - Aggiornato alle 22:42

Spoleto, concorso per un posto da avvocato in Comune: rinviata la prima prova

Venti ammessi alla selezione per il contratto a tempo indeterminato, interrogazione sul requisito del voto di laurea

comune-municipio-spoleto.
Il municipio di Spoleto (foto Fabrizi)

Concorso in Comune per un posto da avvocato, slitta la prima prova scritta. Un escluso e venti ammessi alla chiamata del municipio per l’assunzione a tempo indeterminato del professionista. I candidati avrebbero dovuto svolgere il 20 maggio il primo esame, ma con apposito avviso l’ente l’ha rinviato a data da destinarsi. Tra i requisiti previsti dalla procedura c’è naturalmente l’iscrizione all’Ordine degli avvocati da almeno tre anni e una votazione di laurea minima di 108 finita anche al centro di un’interrogazione di Maria Elena Bececco e gli altri consiglieri di Spoleto popolare e Alleanza civica. In particolare, a superare la prima fase di verifica e quindi l’ammissione alle prove sono stati Fiorangelo Liguori (con riserva), Anna Mele, Diego Ruggeri, Elio Cordiano (con riserva), Massimiliano Aita (con riserva), Davide Rossi, Silvia Violati, Irene Longo, Alessandra Rondelli, Paola Bianchi, Elena Massarelli, Simona Rinaldi, Martina Buggiani, Matteo Tullio Maria Rubera, Martina Iacobacci, Rosaria Augugliaro, Vanessa Petrini, Antonio Salamone (con riserva), Antonella Aloia, Silvia Boschetti, mentre è stato escluso Andrea Core.

I commenti sono chiusi.