martedì 19 novembre - Aggiornato alle 22:04

Spi Cgil Umbria, eletta la nuova segreteria: «Serve una vera rivalutazione delle pensioni»

Entrano a farne parte Ivo Banella e Ubaldina Santinelli. Il sindacato si prepara alla manifestazione del 16 novembre

La nuova segreteria

È stata eletta venerdì a Perugia la nuova segreteria regionale dello Spi Cgil dell’Umbria, il sindacato delle pensionate e dei pensionati. Entrano a farne parte Ivo Banella e Ubaldina Santinelli, che vanno ad affiancare la segretaria generale Maria Rita Paggio e la riconfermata Oriana Casciani. La nuova segreteria è stata eletta dall’assemblea generale dello Spi dell’Umbria, riunita alla presenza del segretario dello Spi Cgil nazionale, Stefano Landini, e del segretario generale della Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, con 64 voti favorevoli, 9 contrari, 3 astensioni e 3 schede bianche.

Le richieste «Ci tengo a ringraziare di cuore a nome di tutto lo Spi i segretari uscenti, Giuseppe Giansanti e Sergio Bartoccioni – ha detto Maria Rita Paggio dopo il voto – e al tempo stesso a dare il benvenuto a Ivo e Ubaldina con i quali ci metteremo immediatamente al lavoro. Abbiamo subito, infatti, un appuntamento di grande importanza da preparare al meglio: la grande manifestazione di sabato 16 novembre al Circo Massimo di Roma, alla quale l’Umbria parteciperà in modo significativo per mandare un messaggio al governo che si è dimenticato ancora una volta dei pensionati». Poche, ma molto chiare, le richieste che i sindacati dei pensionati hanno avanzato e sulle quali pretendono risposte: una legge nazionale sulla non autosufficienza; una vera rivalutazione delle pensioni e non 40 centesimi in più al mese; la 14esima, che aiuta chi è più in difficoltà, e tasse più basse, perché «ne paghiamo troppe».

I commenti sono chiusi.