Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 febbraio - Aggiornato alle 23:32

Smart working, si studia la proroga per lavoratori fragili o con figli con meno di 14 anni

Misura al vaglio del governo che potrebbe inserirla nel Mille proroghe, diversamente scadrebbe a fine anno

Lavoratori fragili e lavoratori con figli fino a 14 anni. Attesa per queste due categoria la proroga dello smart working che, diversamente, scadrebbe il 31 dicembre. Il provvedimento è al vaglio del governo per un’estensione al 2023, da capire se per sei mesi o per l’intero anno. La misura potrebbe venire inserita nel decreto Mille proroghe e dovrebbe riguardare sia il pubblico che il privato. Oltre a genitori lavoratori con figli under 14 nella categoria rientrerebbero lavoratori con una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita o con disabilità grave. In attesa dei provvedimenti del governo, comunque, grandi aziende hanno ormai introdotto lo smartworking. Ad esempio Sky ha previsto la possibilità di lavorare da remoto per più del 50 per cento delle giornate lavorative mensilie, mentre Tim ha rinnovato il precedente accordo con il passaggio da 2 a 3 giornate di smart working alla settimana.

I commenti sono chiusi.