Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 4 luglio - Aggiornato alle 16:57

Siccità ed emergenza idrica: raffica di divieti sull’uso dell’acqua a Spoleto, Orvieto e Calvi dell’Umbria

Stop all’irrigazione di orti, giardini e altre coltura agricola, ma anche al riempimento della piscina

Dopo Terni e Avigliano Umbro anche Spoleto, Orvieto e Calvi dell’Umbria. Con l’assenza prolungata di piogge, la siccità crescente e l’aumento delle temperature, anche in Umbria si moltiplicano le ordinanza dei sindaci per limitare l’utilizzo, almeno quello improprio, dell’acqua.

Siccità ed emergenza idrica
In particolare, nella città del Festival dei Due Mondi il primo cittadino Andrea Sisti ha vietato l’utilizzo dell’acqua dell’acquedotto pubblico per irrigare orti, giardini o qualunque altra coltura agricola, per riempire vasche e/o piscine. Il divieto riguarda anche l’uso di acqua proveniente da qualsiasi fonte di approvvigionamento per il lavaggio degli automezzi e dei piazzali, fanno eccezione tutte quelle situazioni per le quali è previsto uno specifico atto ordinatorio o prescrizioni autorizzative atte a ridurre inconvenienti igienico ambientali di altra natura. E ancora: è vietato il libero deflusso dell’acqua da fontane private che, pertanto, devono essere dotate di idoneo rubinetto di chiusura che deve rimanere chiuso quando non viene utilizzata l’acqua, l’utilizzo di acqua potabile per scopi puramente ludici e l’uso di acqua proveniente dall’acquedotto per usi diversi da quelli potabili, igienico sanitari e, in generale, di tutti quelli legittimamente indicati nel contratto di fornitura con il gestore del servizio idrico integrato.

Raffica di divieti sull’uso dell’acqua a Spoleto, Orvieto e Calvi
A Orvieto, analogamente, la sindaca Roberta Tardani ha vietato l’utilizzo della risorsa idrica dall’acquedotto per usi non domestici e non essenziali, come ad esempio: il lavaggio di autoveicoli, l’annaffiatura degli orti, di giardini, il ricambio di acqua nelle piscine private. Il provvedimento di limitazione dei consumi idrici emanato dal Comune di Orvieto arriva a seguito della richiesta formalizzata in tal senso dal gestore Sii. Stesso discorso per Calvi dell’Umbria dove il primo cittadino Guido Grillini ha firmato l‘ordinanza con decorrenza immediata.

I commenti sono chiusi.