domenica 24 maggio - Aggiornato alle 23:52

Sfida e Rivincita della Quintana di Foligno tra agosto e settembre. Taverne rionali a disposizione dei ristoratori

Il comitato centrale ha deliberato all’unanimità le date delle due Giostre dopo il rinvio dell’appuntamento del 13 giugno

©Andrea Pomponi

La Sfida il 29 agosto e la rivincita il 20 settembre. Queste le date decise dal comitato centrale della Giostra della Quintana che, giovedì, dopo una seduta fiume, ha deliberato all’unanimità il calendario degli appuntamenti della manifestazione storica, con il primo che avrebbe dovuto svolgersi il 13 giugno prossimo, ma è stato rinviato di due mesi e mezzo a causa del Covid-19. Resta fermo, come si legge in una nota dell’Ente, che le Giostre si svolgeranno se «sussisteranno le necessarie condizioni di sicurezza»

Contestualmente il Comitato centrale ha accolto la proposta della giunta comunale di Foligno che ha chiesto di mettere a disposizione dei ristoratori di Foligno, che ne faranno richiesta, le dieci taverne rionali per il periodo estivo: la richiesta è stata approvata all’unanimità dai dieci priori e «dimostra ancora una volta il forte legame della nostra manifestazione con tutto il tessuto cittadino». La prospettiva di due Giostre in meno di un mese è stata accolta con «soddisfazione» dal sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, che ha voluto «ringraziare a nome della città l’Ente Giostra ed i Rioni per il concreto sostegno fornito alle attività produttive locali con la messa a disposizione delle taverne rionali». A parlare di decisione «sofferta» è, invece, Andrea Ponti, rappresentante dei dieci priori, secondo cui la delibera votata «all’unanimità dimostra la compattezza e il senso di responsabilità dei rioni», mentre «la messa a disposizione le taverne rionali credo che confermi, mai ce ne fosse stato bisogno, come la Quintana ha a cuore prima di tutto il bene della città». Infine il presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli, ha evidenziato come «la Quintana si sia dimostrata, ancora una volta, unita nella volontà di voler garantire lo svolgimento della festa più importante di Foligno, così come «siamo sempre pronti a cogliere con responsabilità le esigenze, soprattutto, nei momenti di difficoltà che questa si trova a vivere».

I commenti sono chiusi.