Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 10:34

Sentenza del Tar riapre i centri estetici anche in zona rossa: «Erogano servizi alla persona»

Regione dà comunicazione alle Prefetture e ai Comuni: tornano ad alzarsi le saracinesche

La toga di un avvocato (foto F.Troccoli)

Riaprono i centri estetici in zona rossa. Lo ha deciso il Tar del Lazio accogliendo un ricorso presentato da Confestetica di quella regione, che ha impugnato il Dpcm del 14 gennaio scorso, nella parte in cui ne disponeva la chiusura in zona rossa. Per i giudici amministrativi, invece, i centri estetici vanno equiparati alle altre attività, come i parrucchieri, a cui è stato consentito di aprire perché erogano servizi alla persona.

Tar riapre i centri estetici anche in zona rossa A comunicare che la decisione del Tar del Lazio consente la riapertura dei centri estetici anche a Perugia città, in tutta la provincia, più Amelia e San Venanzo, ossia le aree in cui è scattata la zona rossa rafforzata per ordinanza della presidente Donatella Tesei, è direttamente una nota stampa della Regione Umbria. Gli uffici dell’ente, infatti, mercoledì hanno inviato copia della sentenza del Tar alle prefetture di Perugia e Terni, alle due Province, a tutti i Comuni ancora inseriti nella zona rossa, all’Anci dell’Umbria e alla Camera di Commercio, specificando che si applica con decorrenza immediata anche nei Comuni umbri individuati con le ordinanze 14 e 16 del 2021 quali territori caratterizzati da uno scenario di contagio Covid di massima gravità e da un livello di rischio alto

I commenti sono chiusi.