Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 1 ottobre - Aggiornato alle 02:49

San Gemini, allarme cinghiali: a rischio l’incolumità pubblica

Il sindaco chiede interventi urgenti, in azione i cacciatori volontari dell’Atc 3 di Terni

A San Gemini i cinghiali sembrano aver occupato, ormai, il paese: «Siamo costretti ad agire per salvaguardare l’incolumità pubblica» scrive lo stesso sindaco, Luciano Clementella, in un comunicato sulla pagina social del comune.

La situazione di pericolo Le segnalazioni dei cittadini sono all’ordine del giorno; i cinghiali vengono avvistati «in prossimità delle abitazioni, nei parchi, all’interno degli impianti sportivi frequentati dai ragazzi, anche in ore diurne». «San Gemini non può essere il loro habitat» sottolinea il sindaco che, vista la situazione di grave pericolo, ha già indirizzato una nota alla Prefettura, al Comando carabinieri-gruppo forestale di Terni, all’Associazione territoriale di caccia Atc 3 di Terni e al Comando carabinieri di San Gemini.

Cacciatori volontari in azione L’Associazione territoriale di caccia Atc 3 di Terni si è attivata tempestivamente con i suoi cacciatori volontari, formati per questa attività: «Si stanno mettendo in campo interventi mirati ad evitare danni all’agricoltura e a salvaguardare l’incolumità pubblica, contrastando la loro presenza. Nel frattempo si raccomanda di non abbandonare rifiuti e di esporre il mastello dell’umido in modo tale che sia fuori dalla loro portata».

I commenti sono chiusi.