martedì 16 ottobre - Aggiornato alle 03:34

«Rischio risse e lancio di oggetti», ai Baracconi niente alcol in vetro o lattina. Sabato l’inaugurazione

Il sindaco firma l’ordinanza che riguarda le bevande con gradazione superiore ai 5 gradi

di Dan.Bo.

«La vendita e somministrazione di bevande alcoliche, nonché la vendita di bevande in contenitori di vetro e lattine, potrebbero costituire circostanze idonee ad alimentare disordini, risse, tumulti e lancio di oggetti, con conseguente possibilità di danno a persone e cose». È con questa motivazione che per il secondo anno alcuni dei divieti sulla somministrazione di alcol e bevande in vetro e lattine, già in vigore in centro storico e Fontivegge, arrivano anche al luna park di Perugia, i meglio noti Baracconi in programma dal 13 ottobre all’11 novembre. In particolare, come scritto nell’ordinanza firmata dal sindaco mercoledì, tutti gli operatori commerciali che lavoreranno all’interno dell’area del luna park non potranno vendere bevande alcoliche con gradazione superiore ai 5 gradi; in pratica si potrà distribuire solo birra, e neanche tutte dato che alcune presentano una gradazione superiore.

Il provvedimento In più niente asporto di bevande in vetro o lattina. Oltre a ciò tutte le attività commerciali che si trovano nell’area della stazione del Minimetrò non potranno consegnare nelle mani dei clienti lattine o bottiglie in vetro. L’area dei Baracconi si estende su 12.520 metri quadrati e le forze dell’ordine calcolano un affollamento massimo di 8.700 persone, tante delle quali giovani e in più, senza dimenticare Fiera dei morti e partite di Perugia e Sir volley, «nei giorni di Eurochocolate le presenze si intensificano in maniera considerevole». In questo contesto bottiglie e lattine vengono classificate come «un pericolo per la pubblica incolumità» e così, onde evitare il possibile uso durante episodi violenti che «diminuiscono il senso di sicurezza percepito», stop alla vendita. Quanto all’inaugurazione del luna park, l’appuntamento è per sabato alle 15 con il sindaco Andrea Romizi e l’assessore Cristiana Casaioli.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.