Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 19 settembre - Aggiornato alle 12:13

Rifiuti, a Perugia solo 170 domande per chiedere la riduzione della bolletta: termini prorogati

Misura rivolta alle utenze non domestiche finanziata con 3,2 milioni. Domande potranno essere presentate entro il 30 settembre

Un bollettino Tari

di D.B.

Sono solo 170 le domande inviate nelle scorse settimane a Gesenu dalle attività commerciali che, dopo le chiusure provocate dalle restrizioni imposte per contenere il nuovo coronavirus, possono chiedere delle riduzioni sulla tariffa dei rifiuti. La misura era stata finanziata dal Comune di Perugia nei mesi scorsi mettendo sul tavolo quasi 3,2 milioni di euro, dando tempo fino al 15 settembre per la presentazione delle domande. Vista l’esiguità di quelle inviate (le utenze non domestiche sono oltre 12 mila), azienda e Comune hanno deciso di dare altre due settimane di tempo.

Le riduzioni In particolare, ogni utenza oltre alle riduzioni già spettanti possono chiedere, in caso siano state costrette a chiusure obbligatorie tra il gennaio e il giugno di quest’anno, un ulteriore ‘sconto’ pari all’8,33% per ogni mese di chiusura. In caso di restrizioni su orari o giorni di apertura, invece, la percentuale scende al 6,67%. «Le utenze che hanno subito una riduzione dell’ammontare medio mensile del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi – conclude Gesenu – hanno diritto a una riduzione della tariffa, in aggiunta alle riduzioni già spettanti, del 20% della stessa. Le utenze che hanno registrato una riduzione dell’ammontare medio mensile del fatturato di almeno il 60%, la riduzione è del 40%».

I commenti sono chiusi.