Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 19 gennaio - Aggiornato alle 19:54

Riapre il mitico Zoologico di Perugia, ma fin dal pomeriggio: largo al tapas bar e kultur-haus

Dopo lo stop imposto dal Covid i gestori Gianmario, Giuseppe, Daniel e Andrea sono quasi pronti a far rinascere un luogo storico

I gestori dello Zoologico ©Fabrizio Troccoli

di F.T. e C.F.

Riapre lo Zoologico di Perugia, che cambierà in parte il proprio nome. Ma al di là della scelta che faranno i gestori Gianmario, Giuseppe, Daniel e Andrea, le sorti del locale di via Alessi sono già ben definite: sarà un tapas bar e una kultur-haus, dove la gloriosa storia del luogo non sarà dimenticata, bensì reinterpretata con proposte culturali, nel tentativo anche di dare un contributo alla ricostruzione della socialità.

FOTO

Riapre lo Zoologico di Perugia Tanto per cominciare le porte dello Zoologico di Perugia si apriranno dal primo pomeriggio alle 1.45 «per essere molto ligi alla regola dello stop alle 2», dicono i quattro imprenditori a Umbria24. Loro avrebbero dovuto inaugurare da almeno un anno, ma il Covid-19 ha posticipato di diversi mesi l’apertura che, salvo altri imprevisti, è programmata tra febbraio e marzo, anche se la scritta che si legge a caratteri cubitali sulle vetrate di via Alessi 66, Everything you know is wrong, sembra assecondare ogni variabile.

L’entrata alla giapponese I lavori nel locale sono ancora in corso, ma ha già preso forma il bancone al piano terra, mentre al terzo è attesa la consolle, «coi due elementi che – dicono i gestori – sono centrali nell’architettura degli spazi», anche se tra le particolarità va segnalata «l’entrata del locale alla giapponese: non potrai aprire finché non hai chiuso, una sorta di camera iperbarica tra interno e esterno». Vero è che il cantiere per la riorganizzazione dei tre piani è ancora aperto, tuttavia l’impronta che Gianmario, Giuseppe, Daniel e Andrea, hanno deciso di dare al futuro Zoologico è chiara

Fin dal pomeriggio Di pomeriggio l’atmosfera ambisce a essere Nordeuropea, con gli spazi che puntano ad accogliere professionisti, universitari e turisti, che qui potranno mangiare lievitati, una selezione di club sandwich, oltreché tè e altri prodotti di caffetteria. Concretamente si possono organizzare appuntamenti di lavoro, workshop, perché si conta di rendere disponibile tutto il necessario, o più semplicemente accomodarsi al tavolo con un amico per un incontro del tutto informale, ma ci sarà spazio per presentazioni di libri, corsi, mostre e nuovi progetti.

La mappa dei tavoli liberi online L’ambizione dei tre gestori, poi, è quella di spingere molto le prenotazioni. «Sarà disponibile un sito web con la mappatura dei tavoli per ogni piano e quindi si potrà scegliere quale spazio riservare e a quale orario» hanno spiegato a Umbria24, che in anteprima ha visitato i locali di via Alessi, dove il pomeriggio è solo uno dei il primo tempo della quotidianità Zoologico, dove si punta a una proposta segnata da food, beverage, cultura e intrattenimento

Tapas, pinchos e smoked Sì, perché qui si potrà riscoprire l’happy hour, che in via Alessi ha il sapore dell’omaggio allo storico gestore, Mauro Trinari, che nel lontano 1992 lo ha fatto debuttare a Perugia, e probabilmente anche in Umbria. Naturalmente Gianmario, Giuseppe, Daniel e Andrea lo propongono con «una prospettiva moderna e internazionale». L’appuntamento con l’aperitivo è al primo piano, va dalle 18.30 alle 20.30 e prevede sconti del 30 per cento sulla carta del cibo e delle bevande, mentre per la cena gli spazi sono quelli del secondo e terzo piano e lo start è fissato dalle 20.

Street food L’offerta culinaria sarà composta da tapas e pinchos rigorosamente «gourmet e rappresenteranno – dicono i gestori a Umbria24 – le migliori tapas sia nazionali che internazionali, ma ci sarà anche tanto spazio per lo street food, a cominciare da quello partenopeo, che consideriamo il migliore del mondo». Ad accompagnarli una «selezione di vini e bolle che sarà – assicurano – di primo ordine».

After dinner Dalle 23 alle 1.45, infine, largo all’after dinner che sarà segnato da eventi prevalentemente live, con il terzo piano che, oltre alla consolle, ospiterà anche un pianoforte. Pure per questo ultimo tempo dello Zoologico dal bancone usciranno «solo cocktail e long drink di elevata qualità». Ci saranno anche serate “segrete” ossia su invito, che richiamano locali allestiti durante il proibizionismo americano, gli Speakeasy, ma che ora sono tornati in auge con una nuova formula che fa soprattutto degli stili e delle tecniche elevatissime di preparazione dei cocktail un imperativo. Non resta che aspettare l’apertura.

I commenti sono chiusi.