martedì 31 marzo - Aggiornato alle 15:33

Riaperta dopo dieci mesi la strada di Castelluccio: fila di auto ad attendere rimozione sbarra

Lavori non sono completati ma la Provincia con sensi unici alternati restituisce il collegamento con Norcia

Auto e camper in attesa dell'apertura

Riaperta dopo dieci mesi la strada di Castelluccio. Erano diverse dozzine i veicoli incolonnati sabato mattina di fronte alla sbarra della strada provinciale 477 che è stata rimossa intorno alle 10.30 dal sindaco Nicola Alemanno e dal presidente della Provincia di Perugia, Nando Mismetti. I lavori sulla principale via di collegamento del versante umbro non sono terminati, complessivamente si devono eseguire circa 5 milioni di interventi, ma intanto la messa in sicurezza delle pareti rocciose ha consentito di riaprire il transito sulla Norcia-Castelluccio. Rimossa la sbarra e i divieti di accesso, sono state decine le auto e i camper che sono tornati ad arrampicarsi fin sul Pian Grande, dove da sabato è stata allestita anche la tensostruttura che ospita alcuni ristoratori del paese terremotato, pù lunghi i tempie per il villaggio commerciale a forma di deltaplano progettato dall’archistar ambientalista Cellini. I visitatori di questo weekend, al pari di quelli che hanno raggiunto la zona sabato e domenica scorsa, non potranno ammirare l’esplosione di colori della fioritura, quest’anno decisamente anticipata dal grande caldo di fine giugno. Con la riapertura della strada provinciale 477, poi, il Comune di Norcia e la Proloco hanno deciso di non replicare il servizio navette a pagamento e su prenotazione organizzato lo scorso finesettimana. Così per gestire le auto a Castelluccio è stata individuata come area di sosta quella ‘del Fontanile’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.