Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 5 febbraio - Aggiornato alle 12:16

Regista cresciuta in Umbria candidata agli Oscar 2023

Si tratta di Alice Rohrwacher in corsa con Le Pupille cortometraggio live action

Alice Rohrwacher

di Chia.Fa.

Una regista umbra entra nella cinquina delle nomination agli Oscar 2023 per la sezione Best live action short. Si tratta di Alice Rohrwacher, 41 anni, nata a Fiesole (Firenze), ma cresciuta a Castel Giorgio (Terni), nelle campagne umbre a due passi dal confine con il Lazio. La corsa alla statuetta arriva con Le Pupille un corto prodotto da Tempesta ed Esperanto Filmoj per Disney, disponibile in esclusiva su Disney+.

Alice Rohrwacher è cresciuta con la sorella Alba a Castel Giorgio dopo che, come ha raccontato nel 2014 Vanity Fair, papà Reinhard e mamma Annalisa, negli anni Ottanta comprarono un casale nelle campagne umbre per una scelta ideologica: nessuno dei due genitori era abituato a lavorare la terra, lei laureata in Filosofia e lui musicista, ma con le due figlie Alice e Alba, all’epoca ancora piccole, scelsero una vita a contatto con la natura anche nel tentativo di essere autosufficienti, come ha ricostruito l’articolo di Sara Faillaci. Il papà a Castel Giorgio è diventato apicoltore, la mamma preside della scuola, mentre Alice e Alba a 18 anni hanno lasciato le campagne umbre per le città, dove hanno proseguito gli studi. «Dedico la nomination all’Oscar alle ‘bambine cattive’ che cattive non sono affatto e che sono in lotta ovunque nel mondo» ha commentato Alice Rohrwacher appresa la notizia della candidatura agli Oscar: «Auguro che, come nel mio cortometraggio Le Pupille, possano rompere la torta e condividerla tra loro. Le bambine e – ha aggiunto – le donne in Iran, in Afghanistan, ma ovunque anche in Svezia e in Umbria». Dove Alice Rohrwacher è cresciuta.

I commenti sono chiusi.