giovedì 13 dicembre - Aggiornato alle 14:07

Raccolta differenziata, Perugia supera il 70 per cento: «Ecco cosa accadrà nel 2019 per migliorare ancora»

Presentati nuovi mezzi Gesenu: «Bene risposta a nuovo sistema. Regione agevoli riapertura di Borgogiglione» Comuni ricicloni: domina Terni

I camion artistici della Gesenu

Il nuovo sistema di raccolta differenziata nella fascia di “città compatta” proietta Perugia al 70 per cento di raccolta differenziata. La soglia è stata toccata a novembre, quando è scattata anche la fase due del porta a porta in tutte le zone previste. E già si pensa a un 2019 quando raccolta di umido e vetro verranno uniformate anche nei quartieri periferici. Se ne è parlato nel corso di un incontro tenutosi alla sala dei Notari in cui Gesenu ha presentato ufficialmente i nuovi mezzi di raccolta e il progetto “Raccolta d’Autore”. Protagonisti quattro illustratori, scelti nel panorama locale e nazionale, che hanno interpretato il tema dei rifiuti in chiave artistica.

FOTOGALLERY: LE PROVE DEL FUNAMBOLO E I NUOVI CAMION DELLO SPONSOR GESENU

NATALE A PERUGIA: VIA SABATO 8 COL FUNAMBOLO

I dati sulla differenziata Il progetto di raccolta porta a porta nella città compatta,  come ha spiegato il responsabile Igiene ambientale Gesenu Massimo Pera, oggi si completa l’installazione delle ultime tre ecoisole (tra cui una in via Checchi ed una in via Martiri dei Lager), mentre crescono i sistemi di videosorveglianza necessari per sanzionare i comportamenti illeciti. Grazie al nuovo sistema ai 42 mila cittadini della “città compatta”, «Perugia nel giro di pochi mesi è passata dal 62% al 66% nella prima fase fino all’attuale 70% registrato a novembre, ma destinato ad incrementarsi ancora. Si tratta di dati importanti che confermano come la cittadinanza abbia ben risposto alla “rivoluzione”».

Sistema da estendere L’obiettivo di Gesenu e Comune di Perugia nel 2019 è l’estensione della raccolta del vetro monomateriale in tutte le frazioni del territorio. Parimenti verrà estesa la raccolta dell’umido organico con modalità porta a porta nelle aree esterne oggi ancora servite col sistema stradale. Verranno messi a punto, infine, tutti i residui cassonetti presenti in città (oltre la città compatta) affinché siano integralmente “taggati”. Insomma si va verso la creazione di un sistema cittadino omogeneo al fine dell’introduzione della tariffazione puntuale.

Giorno di festa «Oggi è una festa per la città – ha esordito il vicesindaco Urbano Barelli – perché di fatto con questo evento si dà il via alle numerose iniziative organizzate dall’Amministrazione comunale per celebrare il Natale 2018. Ma oggi è una festa anche in virtù dei nuovi dati sulla raccolta differenziata, che raggiunge a Perugia il 70%, collocando la nostra città ai vertici dei Comuni italiani. Ed è un risultato tanto più significativo se si considerano le enormi difficoltà che hanno riguardato Gesenu in tempi relativamente recenti. Negli ultimi tre anni possiamo manifestare una legittima soddisfazione per il recupero degli ingenti crediti siciliani vantati, per l’avvicendamento del socio privato con il passaggio da Cerroni alla famiglia Paoletti, per aver interamente rinnovato sia l’organismo di vigilanza che l’intero Consiglio di amministrazione ora presieduto dall’ex Presidente della Corte d’Appello di Perugia Wladimiro De Nunzio. Tutto questo, pur tra mille difficoltà e criticità, ma senza alcuna interruzione né riduzione del servizio».

Borgogiglione da riaprire Sul futuro, Barelli ha evidenziato come «certamente si può e si deve fare di più, ma riteniamo che il 70% di raccolta differenziata raggiunto a novembre a Perugia sia un ulteriore importante risultato. Rimangono alcune criticità da risolvere, prima tra tutte quella relativa alla vetustà degli impianti ed alla chiusura di Borgogiglione che ci costringono a conferire i rifiuti fuori regione o in altri impianti regionali con aggravamento dei costi a scapito della collettività». Senza tornare sulla polemica con la Regione, cui aveva risposto piccata l’assessore Fernanda Cecchini, Barelli ha ricordato che «abbiamo chiesto l’urgente ripresa dei conferimenti sulla parte sommitale della discarica di Borgogiglione, che non presenta problemi di instabilità, perché ciò consentirebbe il ritorno alla normalità. Altri miglioramenti del servizio sono previsti per il 2019 al fine di raggiungere nel Comune di Perugia il 74% di raccolta differenziata».

CECCHINI AL COMUNE DI PERUGIA: «FACCIA SUA PARTE»

Nuovi camion La presentazione dei nuovi mezzi per il progetto ‘Raccolta d’Autore’ è avvenuta in piazza IV Novembre preceduta dalla prova del funambolo Andrea Loreni, che sabato alle 17 camminerà sulla fune partendo proprio da uno dei camion Gesenu – sponsor dell’evento – posteggiato davanti palazzo dei Priori. I mezzi sono stati personalizzati da quattro illustratori molto apprezzati a livello nazionale (il perugino Daniele Pampanelli oltre a Giordano Poloni, Camilla Falsini e Marta Pantaleo). La consigliera del cda di Gesenu Beatrice Castellani ha parlato di «un progetto molto significativo che coniuga il servizio pubblico di raccolta dei rifiuti con l’espressione artistica». Pera ha specificato che «i nuovi mezzi della flotta Gesenu, presentati oggi, sono di ultima generazione, tutti localizzabili e dotati di sistemi di lettura dei codici a barre nella prospettiva dell’introduzione della tariffa puntuale, e a basso impatto urbano».

Funambolo Un saluto finale alla platea dei presenti ha voluto portarlo anche il funambolo Andrea Loreni. In merito alla tematica dei rifiuti, Loreni ha sottolineato che «occorre essere consapevoli che l’ambiente va preservato nella sua interezza, sia nelle proprie case che all’esterno. Come cittadini, cioè, abbiamo il dovere di tenere pulita la città come se fosse casa nostra, perché così facendo la nostra casa diventerà molto più grande. Il messaggio finale, quindi, è di prendersi cura delle cose che sembrano non nostre, perché in questo modo diventeranno parte di noi».

I commenti sono chiusi.