giovedì 21 giugno - Aggiornato alle 12:33

Che estate fa? Quale è il miglior periodo per le ferie? Ecco le previsioni meteo per tutto il periodo

Il meteorologo mette sotto esame i modelli appena disponibili e risponde alle domande che in molti si stanno facendo in vista del periodo estivo

Caldo (Foto archivio F.Troccoli)

di Maurizio Troccoli

Che estate sarà? Cosa c’è da attendersi tenuto conto di questo inizio così incerto? Quale sarà il migliore periodo per andare in ferie e rischiare meno maltempo? Abbiamo provato a capirlo con una intervista al meteorologo di Umbria Meteo Fabio Pauselli.

Che estate c’è da attendersi?

Diciamo che non ci libereremo a breve dei temporali. Questa instabilità tende a fare pensare che siamo in una condizione anomala dal punto di vista climatico. Avviene perchè tendenzialmente la paragoniamo alla condizione della scorsa estate. Quella sì anomala, perchè particolarmente siccitosa. La stagione che stiamo vivendo invece è molto più vicina ai parametri medi stagionali. Semplicemente leggermente più piovosa.

Ma questo avviene perchè?

Perchè continuano ad arrivare impulsi di aria fresca nord occidentali, da Francia, Inghilterra e anche Spagna. Vede quando non c’è alta pressione, come si sta verificando in questa stagione, nella quale non risultano pervenuti gli anticicloni, né quello delle Azzorre, né quello Africano, che null’altro sono che alta pressione, appunto, dicevo: in assenza di alta pressione, l’umidità dal suolo tende a salire fino a creare delle nubi in alto che poi si espandono e si trasformano in temporali. Teniamo conto del fatto che l’Italia è in mezzo a due mari e che è formata da molti monti, questa caratteristica tende ad agevolare questa risalita dell’umidità e quindi il fenomeno appena descritto. Insomma avremo diversi pomeriggi di pioggia.

E quando ci sarà tregua? Insomma quando è meglio programmare le vacanze estive?

Da luglio a metà agosto. Dall’analisi dei modelli prevedo che luglio darà tregua a questo fenomeno. Significa che invece di avere una paio di giorni buoni e un paio di giorni di maltempo potremo arrivare ad avere fino a sei sette giorni buoni e un paio di giorni di pioggia. Anche a carattere maggiormente concentrato. Sempre per il discorso che segnali di alta pressione massiccia non ce ne sono, quindi non ci si libererà definitivamente dall’acquazzone o dal temporale. Tuttavia periodi di lungo soleggiamento, favoriranno l’alta pressione e quindi periodi di maggiore tregua. Tregua che poi potrebbe durare, progressivamente, fino a Ferragosto, dopo di che, la presenza dell’alta pressione, va man mano affievolendosi.

C’è chi in questi giorni prevede che settembre e ottobre saranno migliori che in precedenza

Non vedo nessun segnale in questa direzione. Nè dal Centro europeo che presumo essere Reading (attualmente a Londra e in via di trasloco in Italia, a Bologna ndr.), quello evocato da chi ipotizza simili scenari, né dalla modellistica americana che invece conferma, come è nella media, una maggiore stabilità a cavallo tra luglio e metà agosto.

 

I commenti sono chiusi.