Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 3 dicembre - Aggiornato alle 01:32

Quartiere San Giovanni a Terni, degrado e abbandono: scatta petizione per il restyling

Cittadini in pressing su Palazzo Spada al via la raccolta firme, circolo Pd Ferriera: «Le periferie non devono rimanere indietro»

Al via la raccolta firme organizzata dai cittadini del quartiere San Giovanni e sostenuta dal circolo Pd Ferriera: focus sulla manutenzione delle aree di largo Mezzetti a tutela «del diritto alla sicurezza e al decoro del quartiere». Scatta la petizione rivolta all’attenzione del sindaco e del consiglio comunale.

Largo Mezzetti Fari accessi su largo Mezzetti dalla questione ‘skate park’. Il piano del Comune di restyling del quartiere San Giovanni, attraverso la costruzione di uno skate park non è piaciuto fin da subito agli abitanti del posto, i quali si sono riuniti in un comitato e hanno poi organizzato una manifestazione per far sentire la loro voce. Palazzo Spada ha così deciso di cambiare la destinazione dell’impianto, ma rimane in sospeso la riqualificazione del quartiere. Per questo motivo i cittadini sottopongono la questione all’attenzione di Palazzo Spada: «Sono ormai inutilizzabili (o completamente assenti) – si legge nella petizione – la maggior parte dei giochi per i bambini nello spazio adiacente al campetto (altalene, scivoli, cavallucci) e, soprattutto, la parte dello spazio sportivo presenta strutture malridotte e pericolose, con le reti in parte divelte e che presentano chiodi e fili di ferro sporgenti, i canestri semidistrutti o parti metalliche sporgenti dal terreno».

Petizione Residenti e commercianti chiedono quindi interventi di manutenzione: «Il Comune con una delibera della giunta comunale e una determina ha recentemente inserito alcune aree della città in un programma di manutenzione straordinaria per la riqualificazione degli spazi nelle periferie. Con questa petizione – scrivono i promotori dell’iniziativa – chiediamo che si inserisca l’area tra quelle oggetto di intervento per risolvere in maniera immediata le problematiche evidenziate». Al via la raccolta firme nelle attività commerciali presenti nel quartiere. Nella petizione focus sulla sicurezza e sul verde pubblico: «Si segnala – continua la petizione – anche l’assenza di cura del verde inesistente sull’area, per la quale chiediamo interventi più continui ed efficaci, attivando anche un controllo costante per vigilare sulla sicurezza dei minori che devono restarne i principali fruitori».

 

I commenti sono chiusi.