martedì 19 novembre - Aggiornato alle 02:03

Processionarie, è tempo di rimuovere i bozzoli: i consigli utili e l’opuscolo da scaricare

Bisogna indossare sempre occhiali chiusi, mascherina antipolvere e non dare mai fuoco ai nidi

Processionarie

Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo, con i primi tepori della primavera è tempo di rimuovere i bozzoli delle processionarie che si sono formati sui pini e sui cedri. «Le larve – informa il Portale disinfestazione – usciranno dai bozzoli e cominceranno a creare disturbo e problemi soprattutto ai cani e anche ai bambini che corrono sui prati». La Regione, in particolare il Servizio fitosanitario regionale in collaborazione con Usl Umbria1 e Usl Umbria2, ha messo a punto un opuscolo informativo che può essere ritirato nelle sedi dei Comuni e delle due Usl.

SCARICA L’OPUSCOLO IN PDF

I consigli Alcuni dei principali consigli da osservare? in primis rimuovere i nidi mediante il taglio del ramo sul quale si è sviluppato il bozzolo e metterlo in un contenitore con acqua; dopo una settimana si può interrare tutto il contenuto in buche profonde e lontane dalla portata delle persone. Nel caso il nido sia molto alto affidare il lavoro ad una ditta vivaistica che può operare con apparecchiature per il lavoro in quota. Durante le operazioni di cattura e rimozione bisogna indossare sempre occhiali chiusi e mascherina antipolvere. Gli esperti raccomandano infine di non dare mai fuoco ai nidi, perché attraverso l’emissione dei fumi si disperdono le setole urticanti, che possono essere inalate o venire a contatto con la pelle provocando gravi danni.

Earth Umbria Domenica in una nota il presidente di Earth Umbria, Niccolò Francesconi, chiede «interventi decisi di bonifica a tutela dei cittadini», dato che le processionarie rappresentano «una problematica sempre più diffusa». «Come Earth Umbria – continua – invitiamo i comuni e i privati a intervenire con urgenza nel caso si presentano le processionarie». L’associazione chiede anche ai Comuni di aprire una pagina Facebook tramite la quale poter fare segnalazioni.

I commenti sono chiusi.