Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 7 ottobre - Aggiornato alle 05:38

Pranzo di Ferragosto lungo la linea di confine Umbria-Marche

Iniziativa dell’imprenditore Collesi proprietario di un compendio che ricade nel territorio di Pietralunga e Apecchio

Pranzo di Ferragosto lungo la linea di confine Umbria-Marche, precisamente a Pian della Serra, dove si toccano i comuni di Apecchio (Pesaro-Urbino) e Pietralunga (Perugia). L’iniziativa è dei due sindaci, che hanno voluto consumare il pasto nella proprietà dell’imprenditore Giuseppe Collesi, titolare di un birrificio e soprattutto proprietario di un terreno che in base alle mappe catastali è per metà in Umbria e per metà nelle Marche. In questo angolo di Centro Italia è infatti presente un complesso di edifici rurali e produttivi: sul lato pietralunghese, l’antica casa padronale e alcune pertinenze dell’attività agricola, oggi convertiti a ospitalità; sul lato apecchiese, la vecchia casa dei contadini, la strada e l’attuale impianto produttivo di un birrificio artigianale di eccellenza internazionale. Nel corso dei secoli, a Pian della Serra si sono intrecciate la storia e le vicende di molte famiglie, che ogni giorno, percorrendo pochi passi, sono passate, e passano ancora, da un comune all’altro, da una provincia all’altra, da una regione all’altra, pur restando sempre nello stesso posto. Oggi, senza distinzione di confine, su queste terre che si estendono fino a Città di Castello regna un’eccellenza gastronomica di livello internazionale: il tartufo. Il giovane chef apecchiese Alessandro Valentini assieme alle sapienti cuoche del versante umbro, Tea e Romina Conti, del celebre ristorante di Castelfguelfo, hanno servito a tavola piatti della tradizione umbro-marchigiana con il profumato e prelibato tartufo nero estivo protagonista assoluto.

I commenti sono chiusi.