martedì 26 marzo - Aggiornato alle 15:46

Polino: una piazza intitolata a Giovanni Palatucci che sacrificò la vita per salvare migliaia di ebrei

La cerimonia

di F.T.

Una piazza intitolata alla memoria di Giovanni Palatucci, ultimo questore di Fiume, che sacrificò la propria vita per salvare di migliaia di ebrei. L’inaugurazione è avvenuta sabato a Polino, alla presenza del sindaco, Ortenzio Matteucci; del prefetto di Terni, Vittorio Saladino;, dell’assessore regionale all’ambiente, Silvano Rometti; del questore di Terni, Luigi Vita e dei rappresentanti dell’associazione Giovanni Palatucci. Alla manifestazione hanno preso parte anche la banda musicale di Polino e la fanfara della polizia di Stato.

La piazza Situata nella parte inferiore del centro storico, la piazza è stata realizzata grazie ai contributi di Regione e Comune. In occasione dell’inaugurazione, sindaco e prefetto hanno scoperto una targa e una scultura commemorativa in argilla di Giovanni Palatucci, donata dall’artista Mario Carletti. La piazza verrà utilizzata come parcheggio e – soprattutto – come terrazza panoramica con vista sulla vallata. Lo spazio rappresenta anche un importante accesso per poter effettuare interventi sull’area del centro storico fino ad oggi più isolata e in parte da ristrutturare e rimodernare.

Il sindaco Ortenzio Matteucci ha spiegato la scelta di intitolare la piazza a Giovanni Palatucci con «la volontà di ricordare una personalità che è stata esempio di estremo altruismo. Siamo costantemente a contatto – ha spiegato il primo cittadino – con episodi di razzismo e lesivi dei diritti della persona. Palatucci andò oltre gli schieramenti, oltre le fazioni, considerando il valore della vita come supremo e universale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.