Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 gennaio - Aggiornato alle 00:26

Podcast – Gianluca non doveva morire così. Il caso Stafisso e la tribù giapponese

Al centro del nuovo episodio di Focus la vicenda di Gianluca Stafisso, l’assisano morto la scorsa settimana a Tokyo in un centro di detenzione

Il logo di Focus

di Daniele Bovi

La mattina del 18 novembre Gianluca Stafisso, originario di Assisi, è stato trovato morto in un quartiere di Tokyo, nello Shinagawa detention center. Praticamente una prigione dove ci finiscono richiedenti asilo o persone il cui unico ‘reato’, se così si può dire, è quello di non essere a posto con il visto o con le altre regole che riguardano il soggiorno. La sua storia serve a parlare di cittadinanza, di diritti, di marginalità e anche del rapporto del Giappone con gli stranieri. Del caso parlo in questo episodio di Focus con Pio D’Emilia, corrispondente per l’Asia Orientale di SkyTg24 e collaboratore di diverse testate italiane.

LA PAGINA DI FOCUS SU SPOTIFY

Gli episodi Il precedente episodio invece era dedicato al centenario della Marcia su Roma e alla costruzione del mito di Perugia come capitale della rivoluzione. Nel quarto episodio invece si è discusso dei risultati delle elezioni politiche del 25 settembre in Umbria. Una regione che, politicamente, ormai da tantissimi anni somiglia a un deserto rosso. Gli episodi  Il primo episodio invece era stato pubblicato in occasione dell’anniversario della presa di Kabul da parte dei talebani; un evento che ha cambiato in modo radicale la vita di milioni di afghani, molti dei quali sono arrivati nel corso dei mesi in Umbria. In «A 7mila km da casa: una nuova vita in Umbria» vengono raccontate alcune delle loro storie. Al centro della seconda puntata invece il «Ciclone Bandecchi», il presidente della Ternana, e la questione relativa al progetto stadio-clinica privata. Prima delle elezioni, nel terzo episodio si è parlato di astensione e di quello che poi si è verificato: il 25 settembre in Umbria è stato registrato il livello più basso di partecipazione della storia repubblicana. «Focus» è disponibile su Spotify, Apple podcast, Google podcast e sulle altre principali piattaforme di ascolto, dove si possono lasciare commenti e recensioni. Per suggerimenti, richieste o critiche scrivete a [email protected]

I commenti sono chiusi.