lunedì 21 maggio - Aggiornato alle 01:27

Perugia, rivoluzione a Sant’Anna: piazzale protetto da sbarre e parcheggi in viale Roma

Comune e Busitalia hanno messo a punto il riassetto dell’area dovuto ai lavori lungo la linea ex Fcu

La stazione di Sant'Anna (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

Dureranno meno di 800 giorni, come preventivato in un primo momento, ma di sicuro a Sant’Anna per un lungo periodo di tempo l’assetto sarà ben diverso da quello attuale. Nell’area è infatti partito (in ritardo) il cantiere per il raddoppio selettivo e l’elettrificazione lungo la linea Perugia-Ponte San Giovanni, che comporta la chiusura della stazione di Sant’Anna e un radicale riassetto della zona, definito dal Comune di Perugia insieme a Busitalia. Partendo dal parcheggio a pagamento accanto alla stazione, questo sarà messo a disposizione del cantiere. In piazzale Bellucci invece una parte dell’area dove ora ci sono i posti auto verrà chiusa con due sbarre elettriche, con accesso consentito solo ai bus del servizio sostitutivo e ai veicoli dei frontisti che lì hanno dei garage di proprietà.

Il riassetto Tutto ciò comporta una ridislocazione degli stalli dedicati alla sosta, che saranno riorganizzati in questo modo: sette (un ottavo sarà riservato al carico e scarico) sempre in piazzale Bellucci verso via Fiume, ovviamente fuori dall’area protetta, mentre altri 15 saranno sistemati sul lato destro di viale Roma, dove ora teoricamente non si potrebbe lasciare l’auto. L’arrivo di questi 15 nuovi posti auto comporta l’arretramento di 30 metri, verso la rotatoria di Largo Cacciatori delle Alpi, della fermata dell’autobus di viale Roma. Tornando in piazzale Bellucci, qui sarà istituito un senso unico di marcia antiorario e saranno creati, nell’area più vicina alle scale mobili che portano al poliambulatorio di piazzale Europa, due posti auto riservati ai disabili.

Twitter @DanieleBovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *