domenica 27 maggio - Aggiornato alle 06:59

Perugia, rivoluzione differenziata in due fasi: si parte ad agosto in nove zone. Mappa e date assemblee

Nuovo sistema porta a porta nella «città compatta». Presentata nuova flotta di veicoli a basso impatto ambientale

Il nuovo logo di Gesenu sulla fiancata

di Daniele Bovi

Partirà nei primi giorni di agosto il nuovo sistema di raccolta differenziata che riguarderà la cosiddetta «area compatta» di Perugia, in cui vivono quasi 22 mila famiglie e 42 mila persone. Ad annunciarlo sono stati mercoledì Wladimiro De Nuzio e Massimo Piacenti, presidente e responsabile impianti di Gesenu, nel corso di una conferenza stampa in cui insieme al sindaco Andrea Romizi è stata presentata la nuova flotta di veicoli a metano. Per spiegare il funzionamento del nuovo sistema sono state messe in programma dieci assemblee serali nei quartieri a partire dal 25 maggio, nonché stand per comunicare le informazioni; dal 4 giugno, invece, partirà la distribuzione del materiale (mastelli, chiavi e così via) nell’ambito di un’operazione nella quale sono stati coinvolti anche gli amministratori di condominio.

FOTOGALLERY: I NUOVI MEZZI

Assemblee e mappa Sei per ora gli appuntamenti per i quali c’è già una data: il primo incontro si terrà il 25 maggio alle 21 al circolo Arci di Sant’Erminio, poi il 29 al cva dei Rimbocchi, il 31 al parco della Pescaia, il il 4 giugno alla sala parrocchiale di Case Bruciate, il 12 al cva La Piramide di via Diaz, il 14 alla sala Sant’Anna di viale Roma. Nella prima fase, cioè dal primo agosto, i quartieri coinvolti saranno quelli di Monteluce, Sant’Erminio, Elce, Pallotta, Filosofi, zona Boccaccio, via Campo di Marte, Case Bruciate e via xx Settembre; nella seconda fase, che partirà il 31 ottobre, toccherà a Ferro di Cavallo, Madonna Alta e zona Settevalli. E per supportare tutto il progetto Gesenu ha dato vita a un avviso pubblico attraverso il quale selezionare delle «sentinelle ambientali», cioè 10 associazioni senza scopo di lucro che coadiuveranno l’azienda nei prossimi mesi. Il sistema di raccolta porta a porta (già attivo da tempo in centro), è stato approvato dalla giunta alla fine del gennaio scorso e l’obiettivo è quello di arrivare a breve a una percentuale di raccolta differenziata pari al 72 percento.

IL NUOVO SISTEMA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

IL PATTO CON GLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

I nuovi mezzi Quanto ai nuovi mezzi, sui quali è stato applicato il nuovo logo, sono in tutto 50 e permetteranno il risparmio di 32 tonnellate di CO2. In particolare si tratta di 27 UP, 4 Caddy, 5 Panda e 14 mezzi per la movimentazione di cassonetti e mastelli da adibire al servizio nella «città compatta», che sono stati ordinati con alimentazione a gas naturale o ibrida, e che entreranno a breve in servizio. «Tale scelta – ha spiegato l’azienda – è un’ulteriore testimonianza dell’attenzione e rispetto verso la città e l’ambiente che la Gesenu mette nel proprio lavoro. L’iniziativa ha lo scopo di migliorare ulteriormente il servizio andando incontro alle esigenze dei cittadini e dell’ambiente. Inoltre i nuovi veicoli sono più economici, in termini di consumi, ed il loro costo aziendale annuo complessivo sarà inferiore a quello dei mezzi sostituiti».

Twitter @DanieleBovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.