Quantcast
sabato 4 dicembre - Aggiornato alle 01:58

Perugia, nessuno stop per le scale mobili: rampa nuova entro Umbria Jazz

di Ivano Porfiri

Non si fermeranno le scale mobili della Rocca Paolina a Perugia, se non per qualche ora nella mattinata di oggi. Il ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha concesso una nuova proroga per la «revisione» trentennale dell’impianto di risalita che dovrebbe consentire al Comune di garantire la continuità nel servizio.

Stop scongiurato Lo stop era stato paventato per la scadenza della prima proroga di 12 mesi, scattata il 12 giugno del 2013, che concedeva un ulteriore anno per la sostituzione dell’impianto. Se ciò non fosse avvenuto non poteva essere concesso il nulla osta per l’utilizzo. Un anno, però, non è bastato. Chi ha visto le scale ferme in mattinata, perciò, ha pensato a un blocco che avrebbe creato un grosso disagio alla città. «Nessun blocco – spiega a Umbria24 l’ingegner Leonardo Naldini, mobility manager di Palazzo dei Priori – il ministero ha già concesso una proroga al 31 luglio».

Entro Umbria Jazz Si procede, dunque, con i lavori. «Secondo il cronoprogramma, che dovrebbe essere rispettato – chiarisce Naldini – entro l’inizio di Umbria Jazz, ovvero il 10 luglio, dovremmo completare la sostituzione della rampa di fianco alla procura e, all’interno della Rocca Paolina, di quelle in discesa. Quindi inizieremo con quella in salita». Per il completamento dei lavori bisognerà poi attendere un altro appuntamento chiave, in grado di mettere sotto stress i mezzi della mobilità cittadina: Eurochocolate, a ottobre.

Garanzia di 30 anni I lavori sulle scale mobili stanno seguendo il seguente metodo: dentro la Rocca Paolina, sulle scale in discesa, è stato smontato l’impianto esterno e lasciato il “traliccio” su cui era incardinato. Questo traliccio ha ottenuto la certificazione, con tanto di prove tecniche di distruzione, per altri 30 anni. Sopra verrà montato un impianto tutto nuovo, in grado di risparmiare molta elettricità rispetto al predecessore. Terminato il lavoro con le rampe in discesa, lo stesso si farà per quelle in salita. Poi se ne riparlerà nel 2044.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.