Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 27 gennaio - Aggiornato alle 06:56

Perugia, primo giorno con cento tamponi nel quartiere del maxi focolaio a scuola

Problemi tecnici delle primissime ore, screening sui residenti proseguirà fino a venerdì

La struttura allestita a Cenerente (foto F.Troccoli)

di Chia.Fa.

Si è chiusa con un centinaio di tamponi molecolari per altrettanti residenti della zona di Cenerente, Capocavallo e Colle Umberto, la prima mattinata di screening scattata in quell’area della città per il maxi focolaio di Covid-19 rilevato all’interno della scuola elementare Trancanelli di Cenerente, dove sono stati contati 31 alunni positivi, più due insegnanti, a fronte di poco meno di 100 iscritti.

GALLERY: LA PRIMA GIORNATA DI TEST

Primo giorno con cento tamponi nel quartiere L’avvio della raffica di tamponi è stato caratterizzato dal ritardo con cui all’unità mobile è stato consegnato il gruppo elettrogeno, fondamentale per settare i computer e procedere quindi con la parte burocratica che accompagna ogni molecolare. «Abbiamo comunque effettuato il tampone a tutti quelli che si sono presentati ad eccezione di due o tre persone che sono arrivate quando avevamo già sospeso l’attività» ha spiegato a Umbria 24 Alfredo Notargiacomo direttore del distretto sanitario di Perugia, aggiungendo che «da domani (24 novembre, ndr) saremo in condizione di operare pienamente nell’orario previsto», ossia dalle 8 alle 13.

Maxi focolaio a scuola Sette gli operatori della Usl 1 dislocati a Cenerente dove sono state installate due tende della Protezione civile e dove tutte le attività sono garantite anche con la collaborazione del personale della Croce Rossa. I risultati della prima raffica di tamponi saranno disponibili, come da prassi, mercoledì, mentre verosimilmente fino a venerdì resterà attiva l’unità mobile richiesta dal Comitato tecnico scientifico e Nucleo epidemiologico della Regione Umbria per contenere quanto più possibile la diffusione del virus a Cenerente e limitrofi, ma anche nel capoluogo.

@chilodice

I commenti sono chiusi.